FANDOM


Ecco chi ha fatto dannare quasi tutti i giocatori di Final Fantasy XII

Yiazmat è un potente boss opzionale presente inFinal Fantasy XII.

Yiazmat era un leggendario drago bianco, creato direttamente dalle divinità e perfino più forte di loro. Sopraffatto dalla sua stessa forza, impazzava per Ivalice portando morte e distruzione.
Fu registrato come super ricercato da Montblanc, che voleva vendicare la morte del suo maestro ucciso dal drago, e il sogno del moguri si realizzò quando, finalmente, Vaan riuscì a sconfiggere Yiazmat in un'epica battaglia alle cascate di Ridorana. Con la sconfitta del mostro, Vaan divenne l'eroe del clan Centurio e ricevette i più sinceri complimenti da Montblanc e dai suoi fratelli.

Diario del clanModifica

Genere: Classe X
Tipo: ???

SchedaModifica

"Drago sacro creato dagli dei demiurghi. È il più potente di tutti i draghi viventi.
Per tradizione è conosciuto anche come bestia protettrice della spada sacra.
Nonostante la sacralità eccelsa di un tempo, perduta la ragione per l'eccessiva forza, si è ridotto a essere una pericolosa creatura ormai inutile agli dei.
Ne è stata richiesta la caccia da Montblanc, la cui vita è stata distrutta dal dolore per la morte del proprio maestro, ucciso da Yiazmat."

Il mostroModifica

Yiazmat ha l'aspetto di un drago malefico, la più potente tipologia di draghi di Ivalice, e differisce per pochi particolari, incluso il colore, dal più debole, ma non per questo meno insopportabile, drago demoniaco, di cui potrebbe rappresentare l'opposto.

Yiazmat è senza alcun dubbio il più potente mostro di tutto il gioco, difficilissimo da battere anche a livello 99, e dotato di statistiche altissime anche per gli standard della serie, a cominciare dai suoi HP: 50.112.254, e non è un errore di battitura. Un così elevato numero di punti danno lo eleva un pilastro sopra titani come Der Richter (che ne aveva 12.000.000) e Omega (1.170.000 nell'ottavo capitolo), che già facevano sembrare Ozma un tenero agnellino di appena 55.535 HP. Come se non bastassero tutti quegli HP che si ritrova, il giocatore lo dovrà anche affrontare in un'arena piena di trappole, alcune delle quali infliggono Inabilità e altri status nocivi di non poco impaccio. Anche se sconfiggerlo non è impossibile, sarà comunque un'ardua impresa. L'unica consolazione è che, lasciando l'arena, Yiazmat non si curerà, e ciò consentirà al giocatore di salvarsi da spiacevoli situazioni e dividere il combattimento in più fasi.

Dove si trovaModifica

Per poter ottenere il mandato di questo potentissimo Super ricercato, l'unico di classe X, dovrete aver sconfitto tutti i ricercati di classe S (Adegheiz, Diablos, Fafnir, Deinoras, Carota, Gilgamesh e King Behemoth) più il boss opzionale Drago demoniaco, di cui prima. Dopo averli sconfitti tutti andate da Montblanc e accettate il suo mandato. Se vorrete avere informazioni su di lui non contate su Makenroe, che vi dirà non solo che non sa dove si trova, ma anche, nel caso lo troviate, di scappare appena lo vedete. Dirigetevi invece alla Strahl e andate alle Cascate di Ridorana, o usate un telecristallo per andare al faro di Ridorana.

Dal momento che si tratta del boss più forte di tutta Ivalice, il titolo della sua missione non poteva non essere "La battaglia finale". Questo epico scontro si disputerà nell'arena distrutta delle cascate. Yiazmat è abbastanza grande da coprire metà del campo di battaglia, e con esso alcune delle trappole che lo costellano. Come già detto, non può curarsi, perciò il combattimento contro di lui (che richiederà come minimo un'ora, se fatto tutto in un round) potrà essere suddiviso in più fasi. Sarebbe consigliabile, per meglio sopportare questo terribile nemico, avere tutte le magie bianche e almeno la tecnica Falciadifesa; una buona dose di fortuna penserà al resto.

Yiazmat ha dalla sua delle statistiche molto alte e livello di base 73, e dispone di mosse di varia natura; al contrario del cugino Drago demoniaco, non usa magie, ma predilige gli assalti diretti tramite combo di attacchi fisici:

  • Il suo attacco normale ha una piccola, ma insidiosa probabilità di infliggere morte istantanea, oltre ad avere buone possibilità di combo;
  • Graffiata non infliggerà mai meno di 3000 HP di danno;
  • Respiro lapidario causa danni minimi e status Pietrosi;
  • Respiro bianco infligge danni più elevati di elemento Gelo e può causare status Stop;
  • Fine certa infligge morte istantanea con probabilità 100% a un personaggio singolo,
  • Ciclone è la sua mossa più potente, e colpisce tutti i nemici causando danni elevatissimi di elemento Vento e status Crisi.

Strategia di battagliaModifica

La strategia più veloce per sconfiggere Yiazmat è affidarsi agli status positivi, usando il personaggio più potente o con più HP come "tank": appena ingaggiate battaglia lanciate Dispel sul boss per eliminare i suoi status positivi, dopodiché impostate i gambit di due personaggi in modo tale che possano usare Esca, Inversione, Berserk, Audacia, Haste, Shell (vitale per dimezzare la probabilità di riuscita di Fine certa) e Protect sul personaggio più forte, in modo tale che questi possa infliggere più danni e Yiazmat concentri i suoi attacchi solo su di lui, senza però fargli nulla. Non trascurate l'utilizzo di Areiz e Megaene, e assicuratevi di aver fatto buona scorta di eteri. Per infliggergli più danni, bersagliatelo prima con Falciadifesa.
Non è mai una buona idea lasciare Yiazmat da solo senza abbandonare la zona: è possibile guarirsi in fretta e senza problemi nascondendosi tra i corridoi dell'anfiteatro, ma se il boss non avrà un bersaglio inizierà a riapplicarsi tutti gli status positivi, e successivamente a curarsi di mezza barra HP a turno. Se invece abbandonate la zona e poi ritornate, Yiazmat sarà intento ad applicarsi Audacia e Fede.

Yiazmat userà Ciclone una volta sola per ogni barra HP che perde, per poi cominciare ad usarne due quando avrà perso metà dei suoi HP totali, e tre quando gli sarà rimasta una sola barra HP. Questo attacco, sebbene sia il più potente di cui dispone, può essere affievolito se si equipaggia almeno una protezione contro l'Aria (un poncho, per esempio), ma lo status Crisi colpirà lo stesso. Dal momento che i suoi attacchi a zona sono molto potenti è consigliabile tenere i personaggi il più possibile separati, perchè almeno uno schivi sempre l'attacco.

Un buon equipaggiamento è chiaramente essenziale per la sopravvivenza, perciò indossate le migliori armature che avete a disposizione (come l'armatura Maximilian, o la maschera da duello); equipaggiate tutti i personaggi in campo con le Cinture bolla, per raddoppiare gli HP massimi ed evitate categoricamente di equipaggiare l'Excalibur o altre armi di tipo Sacro, perchè Yiazmat assorbe questo elemento.
Anche se Yiazmat, essendo di tipo Sacro, è debole all'elemento Oscuro, è meglio lasciar perdere le magie Dark o superiori e usare attacchi fisici. Se avete almeno un'Alabarda eccelsa e un personaggio in grado di usarla, questo è il momento di equipaggiarla; stessa cosa per la Girasole e la spada Ultima. Quando Yiazmat perderà metà dei suoi HP è consigliabile passare alle katane ninja, che infliggono danni oscuri e hanno buone possibilità di combo.
Gli Esper sono sconsigliati nelle battaglie contro i boss, ma se disponete di Zodiark, potrete sperare di infliggere un bel po' di danni in più con un singolo colpo. Dato che quando Yiazmat userà Respiro lapidario i personaggi finiranno in status Pietrosi una volta sì e una no, se chi è equipaggiato con Zodiark è colpito dallo status e lo evoca proprio in quell'istante, l'Esper infliggerà 35.000 punti danno al dragone senza che questo nemmeno se ne accorga (attenzione massima: usate questa tecnica solo se siete DAVVERO convinti di poterlo fare e solo nella prima fase della battaglia).

Salvate spesso la partita tra un round e l'altro, in modo da poter recuperare HP, e se siete a corto di oggetti, teletrasportatevi ad Archades o a Balfonheim per rifornirvi (se avete bisogno di etere, li troverete a Nabudis da un mercante Bacnamus).

Quando il boss avrà perso metà dei suoi HP, oltre ad usare Ciclone due volte anzichè una per barra HP, si farà ancora più cattivo nello sferrare gli attacchi, aumentando leggermente la possibilità di combo. Quando invece gliene saranno rimasti un terzo, userà Intimidazione per raddoppiare il suo livello (raggiungerà il livello 146) e amplificare i suoi attacchi. Quando ciò accade, nemmeno le Cinture bolla potranno salvare i vostri personaggi da Ciclone e, se lo usa, schierate subito in campo le riserve per ristabilire i titolari (o riducetelo con un poncho). In questa fase, inoltre, i vostri attacchi non infliggeranno mai un danno superiore a 6999, indi per cui è bene equipaggiare le katane ninja per sferrare attacchi combinati.

Continuando con la strategia descritta all'inizio del paragrafo dovreste riuscire a spuntarla fino alla fine, ma occhio agli imprevisti: ad un certo punto del combattimento Yiazmat lancerà Reflega sul party, sperando che un giocatore poco accorto abbia la malaugurata idea di curarsi con Megaene (alcuni giocatori hanno visto crollarsi il mondo addosso vedendo le 50 barre vita di Yiazmat riempirsi di nuovo). Qualunque cosa accada in questa fase, liberatevi al più presto dell'ingombrante barriera con Dispega prima che avvenga l'irreparabile, oppure indossate delle corazze Reflex per rispedire al mittente la magia: questo potrà anche essere utile quando Yiazmat cercherà di riapplicarsi qualche status positivo.
A questo punto ci saranno soltanto gli interminabili assalti del mostro a separarvi dalla vittoria. Fate molta attenzione perchè quando gli sarà rimasta una sola barra HP farà uso di Ciclone per tre volte.

Se riuscirete a sconfiggere questo titano, prima tirate un bel sospiro di sollievo, poi tornate da Montblanc per ricevere la vostra più che meritata ricompensa, un bel gruzzoletto di 30.000 guil e lo stemma del Teocida (indispensabile, in quanto uno dei componenti della Spada di Toro), nonchè i ringraziamenti di Montblanc, dei suoi fratelli, del Clan Centurio e di tutta Ivalice.

Il trucchetto: modalità cecchinoModifica

Esiste un metodo, simile a quello utilizzabile contro Orthros, che permette di affrontare Yiazmat anche a livelli non molto alti, con molta facilità: è piuttosto dispendioso in termini di MP, ma la sua efficacia è garantita. Consiste, essenzialmente, nel non avvicinarsi mai al dragone, ma rimanere sempre sulle scalinate dell'anfiteatro, attaccandolo unicamente con armi a lungo raggio, la migliore è Fomalhaut, equipaggiato con colpi oscuri; essendo gigantesco, Yiazmat non potrà mai raggiungere il party, e gli unici attacchi che userà saranno Ciclone e Fine certa, a cui si può rimediare proteggendosi con un poncho ed usando Reiz o una coda di fenice (non è necessario utilizzare Areiz).
In questo modo la battaglia risulterà enormemente più semplice, ma anche molto più lunga.

StatisticheModifica

Zona/Area Condizione Affinità elementali
Cascate di Ridorana/Anfiteatro - Icona Fuoco.png Icona Tuono.png Icona Gelo.png Icona Terra.png Icona Acqua.png Icona Vento.png Icona Sacro.png Icona Oscuro.png
1/2 1/2 1/2 1/2 1/2 1/2 ASS x2
Ruba Comune Raro Molto raro Combo 12 (21%) Speciale -
Ierolite Ieromagilite Ieromagite Bracconaggio - -
Liv HP MP For POT m Vig Vel Att DIF f DIF m Des EXP LP PC Guil
73 50.112.254 999 61 67 99 20 107 36 40 0 0 255 20.510 0
Immunità Status alterati Tecniche Magie Opzioni
Pietrosi, Stop, Sentenza, Caos, Rovescio, Sonno, Cecità, Veleno, Mutismo, Olio, Virus, Inabilità, Inerzia, Crisi, Lentezza, Furia 100% Protect, 100% Shell, 100% Haste Attacca (causa morte istantanea), Graffiata, Fine certa, Respiro lapidario, Respiro bianco, Ciclone, Intimidazione Rigene, Haste, Reflega, Protect, Shell, Reflex, Audacia, Fede Immunità, Antistordimento, Antivigore, Adattabilità ambientale, Antireflex, Antidestrezza, Disperazione, Danno +

EtimologiaModifica

Yiazmat non è un nemico nato dal nulla, e non è nemmeno basato su una cratura mitologica, bensì su una persona vera oggi vivente. Si tratta di Yasumi Matsuno, uno dei realizzatori di Final Fantasy XII, che a causa di una malattia lasciò il progetto e la Square Enix prima che il gioco fosse completato, causando un terribile ritardo nel completamento e un danno finanziario alla casa produttrice. Gli autori presero questo come una pugnalata alle spalle e decisero di aggiungere questo boss, ispirandosi a lui e chiamandolo con il suo abbreviativo Yazmat, ovvero Yazumi Matsuno, associandogli inoltre una storia che rispecchiasse in maniera allegorica quella del diretto interessato: Montblanc e il Clan Centurio sono i realizzatori di Final Fantasy XII, il loro "maestro" è la Square e Yazmat è colui che ha "ucciso" il maestro con il suo tradimento.
Il motivo per cui è stato creato questo mostro è dunque l'intento di creare un finale alternativo per questa vicenda, perchè, almeno nel videogioco che ha creato, giustizia sia fatta e Matsuno sia punito come merita. In America e in Europa, il nome Yazmat è stato modificato leggermente in Yiazmat, probabilmente per assonanza con Tiamath.

Il fatto che sia un drago sacro e sia temuto persino dagli dei lo ricollega anche a Shinryu, che ha pressappoco le stesse caratteristiche. Altra cosa che lo collega al dragone supremo è il fatto che in Final Fantasy XII sia presente, come altro superboss, il suo acerrimo nemico Omega, che secondo Montblanc sarebbe stato costruito proprio per fermare un potente drago. Ciò ha portato alcuni a credere che Yiazmat sia una possibile incarnazione di Shinryu a Ivalice e, se non ci fosse stata di mezzo la storia di Matsuno, non è escluso che il boss potesse essere chiamato Shinryu.

Il titolo originale della missione era "L'addio a una leggenda", in riferimento a quanto Yasumi Matsuno aveva fatto per la Square.

CuriositàModifica

FFXII CdA Yiazmat.png
  • Quando il giocatore avrà sconfitto Yiazmat in Final Fantasy XII, una sua figurina animata comparirà nel covo degli aviopirati, conferendogli il titolo di "Genio della caccia".
  • Come molti boss, nonostante tutta la sua potenza, Yiazmat può essere reso quasi completamente inoffensivo dal glitch del personaggio sconfitto.
  • Yiazmat è l'unico ricercato di classe X del gioco.
  • Yiazmat è il mostro con la maggior quantità di PV mai apparso in un capitolo della saga regolare: il solo mostro che finora lo ha superato (non di moltissimo) è il boss opzionale Aironet, nella modalità difficile di Lightning Returns: Final Fantasy XIII.
    • Calcolando che ogni attacco a lui sferrato infligga il massimo dei danni, e considerando l'opzione Danno - che ottiene una volta persi metà HP, per sconfiggere Yiazmat sono necessari (come minimo) poco più di 6000 attacchi.
  • Nell'edizione International del dodicesimo capitolo, uscita solo in Giappone, Yiazmat e una sola delle sue barre vita ritornano come boss nella modalità Trial. Affrontato nella novantottesima sfida, il drago sarà sempre implacabile, e questa volta non sarà possibile intervallare lo scontro.

Nemici correlatiModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale