FANDOM


Le Rovine fluttuanti di Ronka sono una località presente in Final Fantasy V. Nella prima versione inglese erano chiamate Rovine di Lonka.

Queste rovine sono i resti di una grande città meccanizzata, apice della tecnologia della civiltà perduta di Ronka. Anticamente fluttuavano a grande distanza dal suolo grazie al potere del cristallo di terra, che amplificava le capacità dei meccanismi antigravità presenti all'interno, ma l'abuso dell'energia del cristallo costrinse i ronkani a spegnere il sistema, facendo precipitare la città in mezzo a un deserto e decretando la fine della civiltà.

Secondo alcune informazioni pubblicate su un numero della rivista V Jump nel 1993, i ronkani sollevarono da terra la loro città per stare più vicino al sole, che credevano capace di curare le malattie. La tecnologia usata per tenere in aria la città è la stessa che permette alle aeronavi di volare.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)Orphan (crisi)

Le rovine di Ronka erano ciò che restava dell'antica civiltà di Ronka, un tempo fiorente grazie al beneficio del cristallo di terra, ed erano rimaste sepolte sotto la sabbia del deserto per mille anni, con la città in rovina di Gohn come unica parte ancora visibile. I macchinari collegati al cristallo furono però riattivati da re Tycoon e le rovine fuoriuscirono dalla sabbia e tornarono a volare.

I guerrieri della luce Bartz, Lenna, Faris e Galuf assistettero alla ricomparsa delle rovine dopo aver raggiunto Gohn per mezzo di un altro manufatto di origine ronkana: l'aeronave.
Temendo che la riattivazione delle rovine potesse portare alla distruzione del cristallo di terra, l'unico ancora intatto in seguito agli strani eventi avvenuti in quel periodo, il gruppo fece potenziare l'aeronave con dell'adamantite e riuscì così a portare il vascello all'altitudine raggiunta dalle rovine.

Dopo aver distrutto i sistemi di sicurezza esterni della fortezza, i guerrieri della luce si addentrarono al suo interno e arrivarono all'entrata della camera del cristallo, dove trovarono re Tycoon. Lenna e Faris, le sue figlie, furono felici di rivedere il loro padre ancora vivo, ma il re le indirizzò verso l'enorme drago che li separava dall'ingresso. Il gruppo sconfisse così l'archeoaevis, e Tycoon, abbandonandosi a una risata soddisfatta, avanzò verso la camera del cristallo.
Tycoon rivelò di essere posseduto da un'entità misteriosa e cercò di attaccare i guerrieri della luce. Improvvisamente, un meteorite si schiantò nelle vicinanze di Gohn e una giovane ragazza saltò all'interno delle rovine e stordì il re con una magia di tuono: era Krile, la nipote di Galuf, e la sua vista riuscì a far tornare completamente la memoria all'anziano guerriero.

Sfortunatamente l'aver fermato re Tycoon non servì a nulla: il cristallo di terra, sovraccarico di energia, si crepò e crollò a pezzi, rompendo una volta per tutte il sigillo che teneva imprigionato il malvagio stregone Exdeath. Gioendo per il suo ritorno, Exdeath scatenò i frammenti del cristallo di terra contro i guerrieri della luce.
Re Tycoon non poté far altro che abbracciare un'ultima volta le sue amate figlie, prima di sacrificare la propria vita per fermare la furia del cristallo. I guerrieri, addolorati, raccolsero i frammenti e il potere in essi custodito, ma non era ancora il momento di prendere fiato: le rovine, ormai prive della loro fonte di energia, si schiantarono rovinosamente al suolo, mentre il gruppo fuggiva a bordo dell'aeronave.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

Le rovine di Ronka appaiono quando il giocatore si dirige verso Gohn dopo aver ottenuto l'aeronave, ma non saranno visitabili finché non sarà stata recuperata l'adamantite dal meteorite di Tycoon e la nave non sarà stata potenziata. Una volta fatto ciò, sarà necessario salire ad alta quota e distruggere le armi esterne della fortezza prima di potervi accedere.

La comparsa delle rovine rimuove permanentemente Gohn dalla mappa del mondo. Dal momento in cui si arriva alle rovine fino alla sconfitta dell'archeoaevis, sarà possibile uscire e tornare alla mappa del mondo liberamente, ma una volta varcata la soglia della camera del cristallo si assisterà a un lungo filmato al termine del quale le rovine non saranno mai più visitabili.

TesoriModifica

Nome Luogo
Armatura d'oro Secondo piano
Elisir Terzo piano
Coda di fenice Terzo piano
Etere Terzo piano
Scudo d'oro Terzo piano
Shuriken Quarto piano
Pozione Quarto piano
Spada antica Quarto piano
Lama lunare Quarto piano
Bracciale della forza Quarto piano
5000 guil Quarto piano
Villetta Quinto piano

MostriModifica

EsternoModifica

InternoModifica

MusicaModifica

Il tema delle rovine di Ronka è lo stesso della catapulta: "Musica Machina", un componimento dai toni lenti, decisi e "meccanici", quasi a simboleggiare il progresso tecnologico delle rovine stesse.

Altre comparseModifica

Final Fantasy TacticsModifica

Ronka Tactics
La dinastia Ronkana dominò il mondo dal proprio castello fluttuante, finchè non giunse una strana pestilenza che portò alla sua improvvisa e tragica morte. Oggi le rovine, vuote, fluttuano in un freddo e desolato silenzio.
—Descrizione

Le rovine di Ronka sono annoverate tra le antiche meraviglie di Ivalice. La sua descrizione non è in linea con la sua storia nel gioco originale, in quanto la fortezza è ancora sospesa in aria ed è, a conti fatti, una delle poche meraviglie ancora esistenti a Ivalice.

GalleriaModifica

 
Ronka sprite
 
Ronka esterno

CuriositàModifica

  • Nelle edizioni del gioco fino a quella per GBA, la sprite delle rovine sulla mappa del mondo appariva capovolta rispetto a come si presentava quando si visitava la zona con l'aeronave. L'edizione per smartphone ha corretto l'errore.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.