FANDOM


FFII Ritratto Borghen PSP Borghen: Forza, tornate al lavoro! Al lavoro, ho detto! Prima finirete più grande sarà la mia gloria!
L'articolo necessita di essere revisionato e corretto: provvedi usando il tasto Modifica.


Ramza Beoulve
ラムザ・ベオルブ (Ramuza Beorubu)
ラムザ・ルグリア (Ramuza Ruguria)
Ramza1
Informazioni biografiche
Età 14 - 16 (nato il 12 gennaio)
Famiglia Barbaneth Beoulve (padre) †
Alma Beoulve (sorella)
Zalbaag Beoulve (fratellastro)
Dycedarg Beoulve (fratellastro)
Occupazione Mercenario, eretico
Precedentemente - Membro dell'Ordine dell'Orsa maggiore
Affiliazione Eretici
Precedentemente - Ordine dell'orsa maggiore
Zodiaco Capricorno
Descrizione fisica
Razza Umano
Sesso Maschio
Capelli Biondi
Occhi Marroni
Gameplay
Tipo Personaggio giocabile
Classe Scudiero
Dietro le quinte
Designer Akihiko Yoshida
Doppiatore americano Phil LaMarr
Personaggio di Final Fantasy Tactics
Sono le nostre azioni a dire chi siamo, non i nostri nomi.
—Ramza Beoulve

Ramza Beoulve è il protagonista principale di Final Fantasy Tactics. Dopo un certo punto del gioco, è conosciuto anche con il nome Ramza Lugria, o Ramza Ruglia nella versione originale.

Giovane discendente della nobile casata Beoulve, è il figlio di Barbaneth Beoulve, Gran Cavaliere della guerra dei cinquant'anni, e ha una sorella minore, Alma, a cui è molto legato. Ha anche due fratellastri, entrambi più grandi di lui: Zalbaag, generale dell'Ordine dell'Orsa maggiore, e Dycedarg, che è il più vicino collaboratore del duca Bestrald Larg. Durante la storia, Ramza cade in disgrazia ed è bollato come eretico dalla potente Chiesa di Glabados, ma le sue azioni contribuiscono a svelare una terribile e antica cospirazione iniziata ancora prima che la Chiesa fosse istituita.

Ramza è un personaggio molto popolare della collana Ivalice Alliance, al punto che alcuni personaggi dei titoli successivi appartenenti ad essa contengono riferimenti a lui in aspetto o carattere. La popolarità di Ramza gli ha permesso di apparire, a fianco di altri personaggi del suo gioco d'origine, in numerosi titoli spin-off della serie Final Fantasy, fino a culminare con la sua comparsa come personaggio giocabile in Dissidia Final Fantasy NT, in qualità di primo personaggio proveniente da un titolo spin-off.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Ramza è un ragazzo di sedici anni, dal fisico snello e dai lineamenti delicati. I suoi capelli biondi sono tagliati a caschetto, salvo per un lungo codino dietro la nuca, e presentano un piccolo ciuffo che si arriccia sul capo, mentre i suoi occhi sono di colore marrone chiaro. Come per altri personaggi, lo stile artistico del gioco dà a Ramza una bizzarra figura a clessidra, che viene riproposta anche nelle sue apparizioni esterne al gioco d'origine.

Durante la storia, Ramza indossa tre diversi abiti. Il primo è la sua tenuta da scudiero dell'Ordine dell'Orsa maggiore, che comprende una tunica blu cobalto a maniche lunghe, con collo a V e una serie di quadrati di vari colori che percorre la parte centrale dal basso fino al petto, indossata sopra pantaloni marroni aderenti, guanti di pelle marroni e lunghi stivali di pelle marrone con risvolto beige lunghi fino a mezza coscia. Gli stivali sono corazzati con gambali e i rigonfiamenti sulle spalle indicano che potrebbe indossare un'armatura sotto la tunica. L'artwork lo mostra anche con un mantello bianco avorio con i bordi ricamati, ma esso non è presente nella sprite di gioco.
Quando diventa un mercenario dopo aver disonorato la propria famiglia, Ramza si taglia il codino ma mantiene i capelli a caschetto e il ciuffo ribelle, e cambia radicalmente il suo abbigliamento. Indossa ora una maglia nera a collo alto con le maniche larghe e una pesante armatura violacea con spallacci dotati di spuntoni, oltre a guanti di pelle marrone coperti da manopole di metallo. Sotto porta pantaloni marroni e stivali di bronzo, lunghi sempre fino a metà coscia, con uno spuntone su ciascun ginocchio.
Nell'ultimo capitolo del gioco, Ramza cambia nuovamente vestiti, passando a un'armatura meno ingombrante di colore azzurro, indossata sotto una pesante maglia nera con due buchi sulle spalle, e un paio di pantaloni beige. Indossa inoltre tre cinturoni di pelle, collegati tramite catene di bronzo a una copertura che gli protegge il bassoventre. Sulla maglia è inoltre cucita una testa di toro. Nel remake del gioco per PlayStation Portable, questo costume non è mostrato nel filmato finale del gioco, in cui Ramza indossa invece l'armatura indossata nei capitoli precedenti.

PersonalitàModifica

All'inizio della storia, Ramza è un giovane apprendista che combatte principalmente per tenere alto l'onore della sua famiglia, e perciò è determinato a combattere per proteggere gli altri. Tra i suoi fratelli è quello più preoccupato di dimostrare il proprio valore, poiché, come il suo profilo nel gioco afferma, "tra i suoi fratelli è quello uscito peggio, e ne è consapevole".
Il senso di giustizia di Ramza è proprio quello che lo spinge a lasciarsi alle spalle il proprio passato: anche dopo essere diventato un mercenario, il suo intento è combattere sempre per aiutare tutte le persone possibili, affermando nello specifico che "non intende cambiare il mondo solo per pochi eletti a spese di altri". Durante la storia, Ramza capisce che una nobile reputazione non significa nulla se è mantenuta attraverso le ingiustizie, e mantiene questa prospettiva anche dopo essere stato scomunicato dalla Chiesa. Il maggior esempio di questa linea di pensiero è esposto durante un dialogo con Barich Fendsor, nella necropoli di Mullonde, in cui afferma che un uomo privo di orgoglio come chi ha venduto la propria anima non potrà mai essere libero.

Il personaggio di Ramza si contrappone in maniera diretta a quello di Delita Heiral, per la diversa prospettiva sul compiere buone azioni: Ramza crede ciecamente che il bene sia legato a doppio filo con la virtù, e disprezza chi ricorre all'inganno e cade nell'immoralità pur essendo animato da buone azioni, cosa che Delita fa effettivamente durante la storia. Il pensiero di Ramza lo porta a compiere buone azioni senza pensare a una ricompensa, ma solo perché lo ritiene giusto e necessario, a prescindere da come la storia lo considererà in futuro.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)Orphan (crisi)

Lotta contro la brigata del mortoModifica

Ramza vuole diventare un vero cavaliere e tenere alto l'onore della sua famiglia, e per questo si iscrive all'accademia di Gariland. Il suo migliore amico, Delita Heiral, è un giovane ragazzo di nascita non nobile, ed è a sua volta iscritto all'accademia grazie al tramite di Barbaneth. Anche se ancora un apprendista, Ramza viene coinvolto in vari scontri con la brigata del morto, un gruppo di cavalieri abbandonati a sé stessi al termine della guerra. In uno di questi scontri, salva Argath Thadalfus, personaggio al servizio del marchese Messam Elmdore, da un assalto della brigata. I due stringono inizialmente un'amicizia, tanto che a dispetto degli ordini di Dycedarg, Ramza si lancia nell'impresa di liberare il marchese che era stato catturato proprio dalla brigata del morto. Dopo aver cercato informazioni passando per Dorter, Ramza, accompagnato da Delita e lo stesso Argath, trova e libera il marchese nel loro rifugio nel deserto di Zeklaus. Tornato a casa al castello di Eagrose, Ramza verrà accolto dalle ire del fratello Dycedarg, e dai complimenti per l'impresa da parte del Duca Larg. A Ramza viene quindi affidato il compito di sbaragliare un gruppo della brigata guidato da Milleuda Folles, ma nello scontro Ramza e Delita avranno dei ripensamenti sulle loro azioni. Per tal motivo al termine dello scontro decideranno di lasciare andare, non sana ma almeno salva, Milleuda, a discapito delle intenzioni molto meno compassionevoli di Argath.

L'incidente della fortezza di ZiekdenModifica

Quando Ramza torna nuovamente al castello, scopre che Tietra, la sorella di Delita, è stata rapita dalla brigata. Mentre l'ordine pianifica un attacco frontale per liberarla, Delita preferisce invece organizzare insieme a Ramza un attacco a sorpresa, onde evitare rischi per la sorella. L'arroganza di Argath è evidente nella sua disputa con Delita, ma Ramza sarà ben deciso nel prendere le difese di Delita, cacciando fuori dal gruppo Argath. I due amici si lanciano quindi nel tentativo di liberazione di Tietra, dovendo affrontare (e stavolta uccidere) nuovamente Milleuda, provocando così l'ira di Wiegraf Folles, suo fratello nonché leader della brigata del morto, che vorrà fronteggiarli; tuttavia perderà e dovrà fuggire, portando alla definitiva disfatta della sua organizzazione. L'operazione terminerà con la battaglia della fortezza di Ziekden, preceduta dall'esecuzione da parte di Argath (ora arruolato nell'ordine dell'orsa maggiore, seguente quindi gli ordini di Zalbaag) di Tietra e del suo rapitore, beffa di un destino che doveva vedere l'ordine come suo liberatore. Ramza si rende conto che il trattamento riservato ai "poveri" da parte dei Beoulve e dell'ordine è inammissibile, e pertanto si unisce a Delita nel suo intento di vendetta contro Argath e contro le altre truppe dell'ordine stesso lì presenti. Al termine dello scontro il forte esploderà, e Ramza riuscirà a fuggire, lasciando per sempre l'ordine, la sua famiglia, e credendo che il suo migliore amico Delita è morto nell'incidente.

Il rapimento di OveliaModifica

Ramza and Agrias protecting Ovelia

Ramza ed Agrias proteggono Ovelia.

Ramza2

Da ora in poi Ramza utilizza il suo secondo nome, "Ramza Lugria" (Ruguria nella versione originale), ovvero il cognome della madre, che era una umile a sua volta, onde evitare ogni tipo di legame o riconoscimento con i Beoulve. A volte comunque utilizza il suo cognome originale per presentarsi. Unitosi a un gruppo di mercenari guidati dal famigerato Goffard Gaffgarion, lo segue in alcune missioni tra cui quella di scortare la principessa Ovelia Atkascha insieme alle sue guardie del corpo, guidate da Agrias Oaks. Ovelia viene però rapita da Delita, incaricato dai cavalieri templari di rapirla per proteggerla dall'ordine dell'orsa maggiore e dall'ordine della croce del sud. Ramza, Gaffgarion ed Agrias inseguono Delita fino alle cascate di Zeirchele, dove Gaffgarion volterà le spalle al gruppo, rivelando di essere stato incaricato da Dycedarg per uccidere la principessa; il crudele mercenario propone a Ramza di unirsi a lui nella sua missione, ma Ramza si rifiuta di perseguire ancora dei fini che facciano torto ai deboli, e quindi si unisce invece ad Agrias e Delita, due cavalieri santi, per sconfiggere Gaffgarion (che fuggirà dalla battaglia) e gli altri uomini dell'ordine lì appostati.

Il complotto dei LucaviModifica

Sotto suggerimento di Agrias, Ramza si dirige quindi dal cardinale Alphonse Delacroix di Lionel. Lungo la strada incontrano Mustadio Bunansa e lo salvano dai briganti della compagnia commerciale di Baert che lo stavano inseguendo per rubargli l'auralite in suo possesso; Mustadio si unisce poi al gruppo senza dire nulla della pietra. Arrivati al castello di Lionel, il cardinale parlerà al gruppo delle pietre di auracite, chiamate "pietre dello zodiaco" o "pietre sacre" ed è qui che si sente per la prima volta parlare dei Zodiac Braves. Ramza lascia poi Ovelia ed Agrias a Lionel, ed accompagna Mustadio nella sua città, dove scopre che la compagnia commerciale lavorava proprio per il cardinale. Cogliendo la situazione di pericolo, fanno immediatamente ritorno a Lionel via mare, onde evitare posti di blocco, e riescono a trovare e salvare Agrias; quanto a Ovelia, però, cadono nella trappola tesa da Gaffgarion che li aveva fuorviati facendo credere che sarebbe stata impiccata, deviandoli dalla vera posizione di Ovelia che nel frattempo viene portata via. Ma intanto Ramza viene a conoscenza della realtà sulle pietre sacre: pietre collegate con i demoni Lucavi, uno dei qualli, Cúchulainn, si impossessa del cardinale. Ramza riesce a sconfiggerlo, e poi si dirige verso la città reale di Lesalia per avvisare suo fratello Zalbaag della situazione, e lungo la strada incontra Orran Durai, figlio adottivo di Cidolfus Orlandeau, alle prese con dei briganti, e lo trae in salvo. Dopo che il fratello lo caccia pensandolo forse uscito di senno, a Lesalia, Ramza deve vedersela con Zalmour Lucianada, un Inquisitore della chiesa di Glabados, che gli comunica di essere stato condannato come eretico per gli avvenimenti di Lionel. Grazie anche all'aiuto di Alma, Ramza riesce a costringere Zalmour alla ritirata e quindi ad evitare la cattura.

Il rapimento di AlmaModifica

Ramza FMV

Ramza Beoulve, l'eretico.

Ramza ed Alma si dirigono così al monastero di Orbonne, perché Alma si ricorda che una pietra della zodiaco, Vergine, è nascosta lì. L'esito dell'operazione è del tutto fallimentare: oltre al fatto che i templari giungono sul luogo prima di loro riuscendo a prendere la pietra, rapiscono anche Alma che in quel momento era separata dal fratello. Dopo alcuni scontri, Wiegraf, ora diventato anche lui un templare, viene posseduto dal demone Lucavi Belias. Temendo che Alma possa diventare una seconda Tietra, seguendone cioè il triste destino, Ramza si precipita a castello di Riovanes dopo aver scoperto che era tenuta lì. Durante il viaggio, incontra Rapha Galthena, una profetessa al servizio del gran duca di Riovanes, Gerrith Barrington, fuggita da lui. Ramza riesce a sconfiggere Belias che si era recato lì, e riesce a mettere in fuga il marchese Elmdore, a sua volta ora posseduto da un demone, ma ciononostante non riesce a liberare Alma, portata via da Folmarv Tengille, leader dei templari e secondo nella gerarchia dei Lucavi (a sua volta è posseduto, ed è in realtà Hashmal).

Altre complicazioniModifica

Gil per fiore

Ramza compra un fiore da Aerith.

Ramza decide di avvisare il conte Orlandeau dei piani dei Lucavi. Nell'andare da lui incontra un nuovo nemico, la figlia di Folmarv, Meliadoul Tengille, e poi si sbarazza definitivamente di Zalmour anche grazie all'aiuto di Delita, incontrato per caso. Raggiunge poi forte Besselat appena dopo che il veleno di muschiofungo è stato sparso nell'aria per debilitare le forze in campo. Per fortuna riesce però a sbloccare le chiuse di Besselat, inondando il campo di battaglia ed impedendo gli scontri. Riesce in qualche modo ad incontrare Orlandeau che si unisce al gruppo, e si dirigono verso il castello di Limberry dove si credeva fosse Alma; per la strada incontra Aerith. A Limberry lo aspetta il marchese Elmdore, che dopo alcuni scontri lo porta nelle cripte del castello per trasformarsi nel Lucavi Zalera. Meliadoul lo aiuta a sconfiggere il demone, e poi gli rivela che a suo fratello Dycedarg era stata data una pietra sacra. Ramza si precipita verso casa, e qui trova Zalbaag e Dycedarg che si stanno affrontando perché il primo ha scoperto che il secondo ha ucciso loro padre. Inizialmente, Zalbaag (aiutato da Ramza) riesce a sconfiggere Dycedarg; ma poi questi si trasforma in Adrammelech e polverizza Zalbaag, prima di venire sconfitto poi da Ramza.

Lo scontro con UltimaModifica

La libertà non si compra, né si vende. Un uomo che ha perso il suo orgoglio non potrà mai essere libero.
—Ramza a Barich

La nuova meta di Ramza ora è la cattedrale di Mullonde, dove incontra Folmarv che riesce a fuggire mettendogli contro Zalbaag in versione zombie; Ramza riesce però a scoprire dal gran confessore Marcel Funebris che i templari sono diretti a Orbonne, dove si trova il portale per raggiungere la necropoli di Mullonde, dove vogliono resuscitare il loro signore Ultima usando il corpo di Alma come tramite. Ramza raggiunge il posto e combatte contro altri templari, fino a trovare Folmarv nel cimitero delle aeronavi appena prima che il rito cominci. Folmarv si trasforma in Hashmal, ma perde contro Ramza; però si sacrifica e riesce a riportare in vita Ultima. Ciononostante, Alma riesce in qualche modo a sfuggire dal controllo del demone, e si sdoppia risultando in un'Alma "purificata" (quindi normale) ed una invece infestata ormai irrimediabilmente dal Lucavi. Ramza riesce a sconfiggere Ultima nelle sue due forme, e al termine dello scontro il cimitero esplode, lasciando il destino degli eroi in dubbio. Orran apprezzò molto le gesta di Ramza e gli altri, e per questo scrisse negli scritti di Durai la storia narrata al giocatore da Arazlam Durai. Creduti comunque morti gli eroi, ad Alma fu data sepoltura, ma non a Ramza per la sua condizione di eretico (ovviamente si parla di sepolture senza corpi nelle bare). A Ramza spettò anche la "damnatio memoriae", e pertanto non vi è traccia del suo nome nelle cronache degli anni, che parlano invece di Delita; ma la realtà è racchiusa negli scritti.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

Ramza inizia il gioco al livello 1 con i valori di Audacia e Fede pari entrambi a 70, ed è equipaggiato con una Spada larga, un Elmo di cuoio, dei Abiti e degli Stivali.

La classe predefinita di Ramza è lo scudiero, ma possiede caratteristiche e abilità molto diverse dalle normali unità che accedono a questa classe: il suo set di abilità non è chiamato Fondamenti, ma Tempra, e comprende diverse abilità aggiuntive che solo lui può usare. A partire dal secondo capitolo, inoltre, può equipaggiare diverse armi e armature normalmente esclusive della classe di cavaliere.
Ramza è anche uno di soli tre personaggi a essere in grado di apprendere la magia Ultima: può apprenderla se un nemico la usa su di lui, in modo simile a una magia blu.

Vuoi scoprire la verità, no? Come faresti senza di me?
—Ramza, se si tenta di rimuoverlo dalla squadra

Poiché Ramza è il protagonista, non può essere in alcun modo rimosso dalla squadra: in effetti, non abbandonerà la squadra nemmeno se la sua Audacia scende sotto i 10 punti o se la sua Fede supera i 90 punti, il che rende possibile potenziarla fino a 100 e renderlo un mago eccezionalmente efficace. Inoltre, se Ramza è sconfitto in battaglia e non è rianimato prima che si trasformi in un cristallo o forziere, la battaglia terminerà con un Game Over.

RendezvousModifica

Quando è combattuto nella missione Rendezvous #11, Ramza è un cavaliere con due livelli in più rispetto al personaggio del giocatore con livello più alto, sempre con gli stessi valori di Audacia e Fede. Dispone delle abilità comando Arti belliche, Oggetti e delle abilità passive Iniziativa, Guardia e Movimento +3. Il suo equipaggiamento comprende una Ragnarok, uno Scudo veneziano, un Elmo di cristallo, una Cotta di cristallo e un Bracciale protex.

Altre comparseModifica

Final Fantasy Tactics SModifica

Ramza è apparso in questo gioco per smartphone come personaggio sbloccabile. La sua classe era quella di scudiero e disponeva degli attacchi speciali Spada ululante e Lama Ultima.

Dissidia Final Fantasy NTModifica

DFF2015 Ramza
Articolo principale: Ramza (Dissidia)

Ramza è uno dei nuovi personaggi introdotti nel reboot arcade della serie di Dissidia.

Ramza è classificato come un combattente dallo stile unico, e può modificare i suoi attacchi tramite l'uso della sua abilità EX, che può fargli usare Grido di guerra, Rinforzo o Accumula in base a certi fattori. I suoi attacchi comprendono tecniche di scudiero unite ad abilità tipiche di altre classi.
Il design di Ramza è direttamente basato sulla sua prima comparsa nel gioco originale, ma con proporzioni più realistiche, e dispone di due recolor alternativi con uno schema di colori rispettivamente verde e rosso. Il suo costume alternativo è l'armatura da mercenario indossata a partire dal capitolo 2. La sua arma di base è la Spada larga, che a dispetto del nome è uno stocco, mentre l'arma alternativa è la Spada di platino brandita nel suo artwork come mercenario.

Theatrhythm Final FantasyModifica

TFF Ramza
Un giovane scudiero e il più giovane dei figli maschi del casato Beoulve. Prima di lasciare la sua casa per diventare un mercenario, era perfettamente consapevole delle differenze tra lui e i suoi illustri fratellastri. È fortemente convinto che la giustizia venga dal combattere per gli altri anziché per se stessi, e odia chiunque sacrifichi la vita altrui per qualunque ragione.
—Descrizione

Ramza è un nuovo personaggio introdotto nella versione iOS di questo spin-off musicale, e può essere acquistato come contenuto aggiuntivo dall'app store.

Ramza è un personaggio equilibrato, con tutte le statistiche a livelli eccellenti e quindi utile sia nei livelli battaglia che nei livelli mappa.

Abilità
Abilità reattive
Abilità Livello
Contrattacco (Lv2) Default
Protect (Lv2) Default
Fira 20
Energira 30
Blizzara 35
Rigene (Lv2) 50
Thundara 90
Thundaga 95
Abilità proattive
Abilità Livello
Purosangue 5
HP ↑ (Lv2) 10
Incentivo (Lv2) 15
Drakoken (Lv2) 25
Sacrificio (Lv2) 40
Rima eroica (Lv2) 45
Sopportazione (Lv2) 55
Scatto (Lv3) 60
Falciaforza (Lv2) 65
Tenebre (Lv3) 70
Fuga (Lv3) 75
Incentivo (Lv3) 80
Supporto (Lv3) 85

Theatrhythm Final Fantasy Curtain CallModifica

Il più giovane erede del casato Beoulve, Ramza credeva che i cavalieri esistessero per proteggere i deboli, ma questa credenza gli crolla davanti a causa di una tragedia, e ciò lo porta a rinnegare il suo nome e cercare la vera giustizia...
—Descrizione

Ramza ritorna nuovamente come personaggio sbloccabile. Può essere utilizzato automaticamente trasferendo i dati di salvataggio della seconda demo del gioco, ma se non è scelto tra i quattro personaggi iniziali o non si possiedono tali dati, dovrà essere sbloccato collezionando i frammenti di cristallo gialli.

Ramza è di nuovo un personaggio equilibrato. Il suo attacco limite, Urlo di guerra, aumenta Forza, Magia e Velocità di 50 punti ciascuna.

Statistiche
Livello PC HP Forza Magia Agilità Fortuna Resistenza Spirito
1 8 206 11 11 11 11 12 11
50 ?? ???? ?? ?? ?? ?? ?? ??
99 50 5476 137 137 137 137 139 136
Abilità
Abilità reattive
Abilità PC Livello
Incentivo (Lv1) 8 Default
Falciaforza (Lv2) 6 Default
Chakra (Lv2) 9 5
Haste (Lv2) 11 10
Fira 14 20
Incentivo (Lv2) 10 25
Energira 10 30
Falciadifesa (Lv2) 7 35
Mima 8 45
Incentivo (Lv3) 12 50
Mani nude (Lv2) 13 55
Scatto (Lv2) 12 70
Protect (Lv2) 15 85
Ruba (Lv2) 20 90
Ultima 30 95
Abilità proattive
Abilità PC Livello
Etude forte (Lv2) 10 15
Grido di guerra 20 40
Shell (Lv2) 13 60
Marcia potente (Lv2) 10 65
Rima eroica (Lv2) 26 75
Sacrificio (Lv2) 10 80

Pictlogica Final FantasyModifica

PFF RamzaPFF Ramza 2

Ramza appare come personaggio giocabile in questo spin-off per smartphone. Appare sia con gli abiti da scudiero, sia con l'armatura da mercenario.

Final Fantasy Airborne BrigadeModifica

Il più giovane erede del casato Beoulve, una famosa famiglia militare. Si unisce al suo amico Delita per cacciare la Brigata del Morto, ma finisce per rinnegare il suo nome e vivere da mercenario.
—Descrizione

Ramza è un alleato e un personaggio leggendario invocabile in questo social game.

Abilità:
  • Grido di guerra
  • Torrente
  • Impietosità
  • Resistenza
  • Mima
  • Bahamut
  • Inferno furioso
Abilità Leggenda:
  • Grido di guerra
  • Lancio pietra
  • Ultima
  • Colpo d'aura
  • Spacca elmo
  • Spada sanguigna
  • Fuoco fatuo
  • Colpo distruttivo
  • Spacca arma
  • Bahamut

CuriositàModifica

  • Il personaggio di Ramza ha nuumerosi tratti in comune con Basch von Ronsemburg di Final Fantasy XII, in particolare il fatto che entrambi siano considerati traditori a Ivalice ma seguano comunque la via della giustizia.
  • L'aspetto fisico di Ramza ha ispirato quello di Marsh Radijiu, il protagonista di Final Fantasy Tactics Advance, che come lui ha i capelli biondi a caschetto con un codino e un ciuffo ribelle e indossa vestiti blu e marroni.
  • Nelle scene prima di alcune battaglie e nei filmati in cel shading, Ramza cerca sempre di negoziare con i suoi avversari. L'unico caso in cui Ramza affronta il suo avversario direttamente a mano armata è nella scena precedente lo scontro con Wiegraf Folles al monastero di Orbonne.
  • Anche se in Final Fantasy Tactics: The War of the Lions è possibile rinominare Ramza, nei filmati sarà sempre chiamato con il suo nome originale.
  • Sebbene il finale del gioco sia molto ambiguo sul destino di Ramza dopo gli eventi della storia, Yasumi Matsuno ha confermato che è sopravvissuto e si è trasferito in un altro paese dove ha vissuto nuove avventure. Allo stesso tempo, però, Matsuno ha anche detto che il suo destino rimane interpretabile dal giocatore.
  • Sebbene Ramza cambi vestiti durante il capitolo 4, nei filmati del remake è mostrato comunque con addosso l'armatura indossata nei due capitoli precedenti.
  • L'artwork di Ramza per il capitolo 1 lo mostra con in mano uno stocco, anche se queste armi non sono presenti nel gioco. L'arma è comunque usata in numerose apparizioni fuori dal gioco d'origine, e in Dissidia Final Fantasy è identificata con la Spada larga, la sua arma iniziale nel gioco, anche se la lama è in realtà molto stretta.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.