FANDOM


Icona Gabranth 1 Gabranth: Perché rinunci a ciò di cui devi avere più cura?
L'articolo necessita di essere completato: provvedi usando il tasto Modifica.


Paul
FFII Paul Art
Dati biografici
Kana ポール (Pōru)
Nato Fynn
Dati fisici
Razza Umano
Capelli Biondo sporco
Occhi Marroni
Informazioni
Arma Nessuna
Occupazione Ladro
Affiliazione
Dietro le quinte
Comparse
Personaggio di Final Fantasy II
FFII Overworld Paul PSP
Io sono Paul, il più grande ladro del mondo! Non esiste bottino al sicuro con me nei dintorni!
—Paul

Paul è un personaggio secondario presente in Final Fantasy II. Nella traduzione inglese dell'edizione Origins del gioco era chiamato Pavel.

Paul è un ladro molto famoso nel regno di Fynn, anche se gran parte della sua fama è dovuta a storie che lui stesso racconta. Inizialmente, non sembrerebbe un personaggio che sia possibile prendere sul serio, ma il suo aiuto sarà più volte fondamentale per i protagonisti del gioco.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Paul è un uomo dalla corporatura robusta, con corti capelli biondo sporco modellati quasi a caschetto e uno sguardo intrigante. Indossa una tunica grigia smanicata dalle finiture rosse, con un'armatura pettorale marrone e una cintura rossa, pantaloni larghi blu e stivali di pelle marroni. Conclude il tutto una cappa corta, rossa all'esterno e viola all'interno, indossata a coprire anche le spalle e ornata con un colletto largo rosso chiaro.

PersonalitàModifica

Paul non è molto delineato in termini di personalità, ma dai dialoghi con lui si può capire che non si tratta di un ladro senza scrupoli o di un cleptomane compulsivo, almeno non in tempi di guerra: è invece mostrato come un uomo d'onore, che non ruba mai a chi non lo merita, e sembra più interessato a scoprire i segreti di qualunque luogo visiti. Paul preferisce lavorare da solo, ma non si fa problemi ad accompagnare o aiutare i suoi alleati ribelli, come dimostra in più di un'occasione. Per essere un ladro è anche incredibilmente generoso.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)Orphan (crisi)

La leggenda del ladroModifica

Paul era un famigerato ladro del regno di Fynn, noto per essere una delle poche persone ad aver raggiunto il castello di Palamesia ed essere tornato per raccontarlo: era riuscito nell'impresa atterrando sul tetto con un deltaplano, e aveva trafugato numerosi oggetti ed armi dai forzieri imperiali. La maggior parte dei beni rubati da Paul erano tenuti al sicuro nei sotterranei della sua casa a Fynn.
Paul era alleato della ribellione della Rosa selvatica, e in quanto tale non osava rubare ai ribelli.

L'orgoglio del ladroModifica

Quando l'impero di Palamesia invase il regno di Fynn, e gli abitanti della capitale furono costretti alla fuga, Paul raggiunse il nascondiglio ribelle di Altair con il resto della ribellione. La superiorità dell'impero era principalmente dovuta alle armi ed armature forgiate con il magico metallo mithril, nettamente più potenti e resistenti degli equipaggiamenti ribelli. La principessa Hilda, leader della ribellione, aveva ordinato ai giovani Firion, Maria, Guy e allo stregone bianco Minwu di raggiungere le regioni del nord per scoprire dove l'impero estraesse il mithril.
Paul decise di precedere il gruppo nella ricerca, e riuscì a rintracciare la fonte del mithril imperiale nelle miniere dietro le cascate di Semitt, ma sfortunatamente fu catturato dai soldati imperiali e imprigionato nelle miniere assieme agli abitanti di Salamand rapiti per estrarre il metallo. Firion e i suoi alleati sopraggiunsero poco tempo dopo e riuscirono a salvare Paul, che disse che non avrebbe dimenticato il loro gesto.

L'onore del ladroModifica

In effetti, Paul ebbe occasione di ripagare il suo debito qualche tempo dopo, quando la principessa Hilda fu rapita dall'Imperatore e il gruppo di Firion, accompagnato dal principe Gordon, rimase catturato e imprigionato nelle segrete del colosseo di Palamesia. Il ladro riuscì a togliere di mezzo le guardie senza farsi vedere e aiutò il gruppo nella fuga, ricordando il debito che aveva con loro.

Qualche tempo dopo, la ribellione riprese il controllo del regno di Fynn dopo una battaglia nella capitale, e Paul ebbe finalmente la possibilità di tornare a casa. Il gruppo di Firion dovette nuovamente rivolgersi a lui per trovare la maschera bianca, che si diceva si trovasse nel castello di Fynn, ma di cui nessuno conosceva l'ubicazione esatta: dato che amava definirsi "il più grande ladro del mondo", Paul poteva sapere dove si trovassero le stanze segrete del castello, cosa che, fortunatamente, corrispondeva a verità.
Paul rivelò di aver scoperto, durante una precedente esplorazione, l'esistenza di una porta segreta nella sala del trono del castello, che conduceva a un sotterraneo dove avrebbe potuto trovarsi la maschera bianca. Il ladro rivelò anche la formula magica per far apparire la porta: "Ekmet Teloess".

La bontà del ladroModifica

Diverso tempo dopo la partenza del gruppo di Firion, un enorme ciclone evocato dall'Imperatore di Palamesia distrusse un gran numero di città nel regno di Fynn, provocando centinaia di vittime. Paul, che aveva assistito alla distruzione di Paluum, riuscì a salvare il pilota di aeronave Cid dalle macerie e lo accolse in casa sua in attesa che si rimettesse. Sfortunatamente, Cid esalò l'ultimo respiro poco tempo dopo, ma almeno ebbe il tempo di sapere che il ciclone era stato distrutto e affidare la sua preziosa aeronave a Firion e ai suoi amici.
Paul decise che era giunto il momento di dare un ultimo aiuto ai suoi alleati ribelli, e condusse il gruppo di Firion nella sua stanza segreta, dove mostrò loro il bottino raccolto durante la sua razzia al castello di Palamesia: quegli utili oggetti, tra cui si trovava una preziosa spada Emorys, sarebbero serviti più ai giovani eroi che a lui. Il ladro assicurò inoltre il gruppo che l'aeronave sarebbe stata molto utile se avessero voluto infiltrarsi anche loro nel castello dell'Imperatore.

Qualche tempo dopo, Firion e i suoi alleati riuscirono a sconfiggere definitivamente l'Imperatore e a porre fine alla guerra, e Paul era tra coloro che li accolsero quando essi tornarono a Fynn. Sorridendo, il ladro avvertì i giovani di stare in guardia, poiché con l'impero sconfitto, avrebbero potuto essere loro i prossimi bersagli dei suoi furti.

Gli spoiler finiscono qui.

Poteri e abilitàModifica

CuriositàModifica

  • Lo sprite di Paul nelle edizioni NES e PlayStation di Final Fantasy II lo rende simile a un ninja.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.