FANDOM


Minwu
ミンウ (Min'u)
Minwu (Artwork).jpg
Informazioni biografiche
Patria Mysidia
Occupazione Stregone bianco
Affiliazione Ribellione della Rosa selvatica
Zodiaco Capricorno
Descrizione fisica
Razza Umano
Sesso Maschio
Capelli Castani
Occhi Marrone dorato
Sangue A
Mano Destra
Gameplay
Tipo Personaggio ospite
Arma finale Verga di luce*Storia principale
Verga stellare*Rinascita
Dietro le quinte
Designer Yoshitaka Amano
Personaggio di Final Fantasy II
FFII Overworld Minwu PSP.png
Stregone bianco della lontana terra di Mysidia, Minwu usa le sue vaste conoscenze e i suoi potenti incantesimi per supportare le forze ribelli. Si è dimostrato più volte un degno alleato, e spesso si è offerto volontario per missioni pericolose.
—Descrizione

Minwu è uno dei personaggi temporaneamente giocabili in Final Fantasy II. Il suo nome originale giapponese è Ming-Wu, mentre la traduzione dell'edizione Final Fantasy Origins lo chiama Mindu.

Minwu è un potente stregone bianco al servizio della famiglia reale di Fynn. Esperto guaritore dotato di enormi poteri, aiuta in tutti i modi possibili il movimento ribelle della Rosa selvatica nello scontro con il malvagio impero di Palamesia. Minwu intuisce l'enorme potenziale di Firion e dei suoi compagni, e aiuta anche loro in numerose occasioni.

Minwu è uno dei personaggi più popolari del secondo capitolo di Final Fantasy, al punto da avere un ruolo da protagonista in Final Fantasy II - Rinascita, il capitolo aggiuntivo introdotto a partire dall'edizione Dawn of Souls per Game Boy Advance del gioco. Inoltre, è stato più volte citato in numerosi capitoli successivi, ed è occasionalmente apparso di persona in alcuni titoli spin-off.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Minwu, in perfetta coerenza con il suo titolo di stregone bianco, è vestito con abiti candidi. Il suo aspetto, contrariamente ad altre incarnazioni della classe del mago bianco, è caratterizzato da tratti tipici del Medio Oriente: ha la pelle scura e profondi occhi neri, porta un grande turbante con un gioiello rosso incastonato, un velo che gli copre il volto dal naso in giù, un lungo mantello bianco e una toga da sacerdote bianca che gli lascia la pancia scoperta. Gli artwork ufficiali per il gioco lo ritraggono inoltre con uno scudo blu con simboli rossi e margini dorati, sebbene nel gioco effettivo non ne sia provvisto.

PersonalitàModifica

Minwu è un uomo calmo e posato, sempre attento alla situazione e pronto a dispensare consigli quandunque ce ne sia bisogno. Sebbene non sia esplicitamente detto nel gioco, è fortemente probabile che Minwu possegga anche poteri divinatori, o che almeno sia dotato di una particolare preveggenza: lo dimostra il fatto che più volte affermi di essere legato indissolubilmente ai protagonisti del gioco, e che in generale abbia una forte tendenza ad assecondare il destino, che lo porta ad accettare perfino la morte senza alcun rimorso.

StoriaModifica

Orphan (crisi).pngPericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)Orphan (crisi).png

Minwu, lo stregone bianco di Fynn, era un fedele servitore della principessa Hilda, che dedicava la sua vita ad aiutare il gruppo ribelle della Rosa selvatica. Minwu proveniva dall'antica città di Mysidia, patria dei maghi, e praticava l'arte della magia bianca con maestria. Quando l'Imperatore di Palamesia invase il regno di Fynn per soddisfare le sue mire espansionistiche, Minwu si dedicò principalmente a curare le persone rimaste ferite nei barbari attacchi delle forze imperiali. Il suo potere, tuttavia, non era infallibile: il re di Fynn, ferito in battaglia, non riusciva a guarire nonostante le continue cure, probabilmente a causa dell'età avanzata.
Durante la fuga dal regno verso la base ribelle di Altair, Minwu salvò la vita a tre giovani orfani rimasti vittime di un'imboscata dei cavalieri neri: dei tre, il giovane Firion era quello messo peggio, ma la sua forza vitale era talmente grande che lo stregone riuscì a ristabilirlo completamente con un potente sigillo magico. Mentre curava il ragazzo, Minwu avvertì una strana sensazione, come se il destino del giovane fosse legato al suo in qualche modo.
Quando i tre orfani dimostrarono di essere degni della ribellione infiltrandosi a Fynn e recuperando l'anello del defunto principe Scott, la principessa Hilda affidò loro il compito di recarsi a Salamand e parlare con il suo contatto Josef, e incaricò Minwu di accompagnarli lungo il viaggio. Minwu consegnò ai tre la sua canoa pieghevole, con cui sarebbero riusciti a oltrepassare le acque dei fiumi che separavano il regno da Salamand.

Rafforzare i ribelliModifica

L'esperienza di Minwu nell'uso della magia bianca si rielò fondamentale durante la traversata verso il nord, e grazie al suo aiuto il gruppo raggiunse velocemente Salamand, dove trovò Josef. Sfortunatamente, questi aveva già altri problemi, in quanto gran parte degli uomini del suo villaggio era stata rapita dall'impero per lavorare nelle miniere di mithril, e per evitare che Josef intervenisse i soldati avevano rapito anche sua figlia Nelly. Per aiutarlo e ottenere il suo aiuto a loro volta, Minwu e gli altri viaggiarono verso le cascate di Semitt, dove trassero in salvo gli schiavi e sconfissero il sergente imperiale a guardia delle miniere.
Per sdebitarsi, Josef diede al gruppo un grande carico di mithril, cosicché la ribellione potesse fabbricare armi e armature adatte ad affrontare l'impero alla pari. Il carico fu portato immediatamente ad Altair e consegnato al fabbro Tobul, che iniziò seduta stante a forgiare ogni sorta di armi per l'esercito ribelle.

Qualche tempo dopo, le spie ribelli informarono la principessa Hilda della costruzione di una potente aeronave da guerra, la Dreadnought. Preoccupata, Hilda inviò Minwu e il gruppo di Firion a Bafsk, dove si trovava il cantiere, e ordinò loro di fermare i lavori prima che fossero completati.
Il contatto ribelle nella città informò il gruppo dell'ubicazione del cantiere, situato tra le montagne oltre una caverna sotterranea. Quando il gruppo raggiunse l'uscita della caverna, si trovò davanti il generale imperiale Borghen, che aveva tradito Fynn per ottenere benefici dall'impero, e il Cavaliere oscuro, braccio destro dell'Imperatore: essi rivelarono che i lavori alla Dreadnought erano ormai finiti e il vascello era già perfettamente operativo. Lasciando l'incredulo gruppo a terra, la nave si levò in aria e lanciò un violento attacco contro le basi ribelli.

Il tomo di UltimaModifica

L'attacco ad Altair non aveva danneggiato troppo la base della Rosa selvatica, ma le condizioni del re di Fynn erano peggiorate per lo shock. Quando Minwu tornò alla cittadina, Hilda gli intimò di rimanere accanto a suo padre per il tempo che gli rimaneva. Lo stregone accettò il compito e augurò buona fortuna a Firion, Maria e Guy, ormai diventati abbastanza forti per cavarsela da soli. Le cure di Minwu alleviarono le sofferenze del re di Fynn, ma purtroppo non poterono impedire la sua imminente dipartita. Sul suo letto di morte, il sovrano ordinò a Minwu di tornare nella sua vecchia patria, Mysidia, e ottenere il permesso di accedere alla torre degli stregoni, dove si trovava il tomo della magia proibita Ultima, in modo da poter usare il potente incantesimo contro l'impero. Minwu accettò l'incarico e partì alla volta di Mysidia.

Sfortunatamente, lo stregone bianco non diede sue notizie per diversi giorni, cosicché la ribellione dovette reclamare il regno di Fynn senza il suo aiuto. Quando le acque si calmarono, Hilda, ormai diventata nuova regina, ordinò a Firion e ai suoi amici di andare a cercare Minwu alla torre di Mysidia, poiché l'aiuto di Ultima sarebbe servito ancora qualora l'impero avesse attaccato di nuovo.
Dopo mille peripezie, il gruppo si fece strada attraverso i numerosi piani della torre, finché non trovò Minwu proprio nel vestibolo dell'ultima stanza, la cui porta era protetta da un potente sigillo magico. Poiché Ultima avrebbe potuto essere estremamente preziosa per la ribellione, Minwu decise di usare fino all'ultimo frammento della sua forza magica per spezzare il sigillo, anche se probabilmente ciò avrebbe finito con l'ucciderlo. Firion cercò di fermarlo, ma egli era deciso portare a compimento il suo obiettivo, accettando il suo fato con dignità: utilizzando tutta la sua energia in un colpo solo, lo stregone bianco convogliò un potente raggio magico verso il portale, distruggendo il sigillo. In punto di morte, Minwu affidò ai giovani ciò che rimaneva del suo compito, dicendo loro di non piangere la sua morte, poiché era destino che accadesse.

Il sacrificio di Minwu fu comunque fondamentale nella definitiva distruzione dell'impero di Palamesia, e la sua eroica morte fu ricordata nei tempi avvenire.

RinascitaModifica

Minwu riaprì gli occhi in una misteriosa caverna dalle pareti di cristallo. Incerto su dove si trovasse, e nemmeno tanto sicuro se fosse morto o vivo, lo stregone incontrò il principe Scott di Kashuan e lo aiutò a liberarsi di alcuni soldati imperiali. Sorpreso di vedere il giovane ancora in piedi dopo la notizia della sua morte, Minwu si rese conto che entrambi erano morti, e immaginò che il luogo in cui si trovavano fosse il varco Giada, il passaggio verso gli inferi. Mentre i due esploravano la caverna, si imbatterono in Josef e Ricard Highwind, entrambi morti contro l'impero, e il quartetto continuò a percorrere la lunga strada verso la parte più profonda del passaggio.
Lo spettacolo che si trovarono davanti usciti dal varco era quantomai inaspettato: erano in una tranquilla e pacifica città, Machanon, costruita da tutte le anime cadute per mano dell'impero. Vedendo che tra loro c'erano tante persone che conosceva, e c'erano anche numerosi bambini, Minwu si chiese come fosse possibile che fossero finiti tutti all'inferno. Sfortunatamente, nessuno aveva una risposta certa, in quanto nessuno era sicuro al cento per cento di dove si trovasse in realtà.

Minwu avvertì comunque una forza familiare nelle vicinanze, simile a quella che aveva avvertito prima di morire, davanti alla porta verso la sala di Ultima. Passando attraverso un portale, lo stregone e i suoi compagni si ritrovarono in una stanza che assomigliava in tutto e per tutto alla sala di Ultima, nuovamente protetta dal potente sigillo magico. Convinto che dovesse esserci un motivo per la sua presenza lì, Minwu concentrò tutta la sua forza sul sigillo e lo spezzò, e questa volta riuscì a sopravvivere. All'interno della sala, il gruppo incontrò il guardiano della magia proibita, Ultima Weapon, e lo sconfisse in battaglia dimostrandosi degno di reclamare il tomo di Ultima.

In seguito, Minwu e i suoi alleati usarono un secondo portale per raggiungere un'immensa fortezza dalle pareti di cristallo: se il passaggio da cui erano arrivati era Giada ora dovevano trovarsi nel Pandæmonium, il palazzo degli inferi. Grazie a Ricard, Minwu aveva saputo che l'Imperatore era stato sconfitto da Firion, ma era poi risorto dall'aldilà e si era presentato come sovrano degli inferi (era proprio lui ad aver dato a Ricard la morte), perciò pensò che probabilmente si sarebbero trovati ad affrontarlo una volta arrivati in cima alla fortezza.
Con loro grande sorpresa, però, i quattro trovarono un bellissimo angelo con un'espressione di profonda tristezza in volto: questi rivelò di essere la parte buona dell'Imperatore Mateus, che cercava di ripagare le atrocità commesse dalla sua parte malvagia, ormai sconfitta. Mateus confidò al gruppo che il passaggio dove si erano ritrovati alla loro morte non era il varco Giada, ma Raquia, la terra degli angeli caduti, e la fortezza in cui si trovavano era in realtà Arubboth, capitale dei cieli. Il sovrano, mostrandosi pieno di rammarico, implorò Minwu e i suoi alleati di concedergli il perdono, promettendo loro la vita eterna in cambio.
Improvvisamente, davanti ai quattro apparvero immagini dei loro cari ancora vivi, che pregavano per le loro anime, e grazie a loro scoprirono che in realtà la parte malvagia dell'Imperatore era ancora in vita, e stava combattendo contro il gruppo di Firion sulla cima di Pandæmonium. Capendo che Mateus aveva mentito, Minwu, Scott, Josef e Ricard rifiutarono la sua offerta e lo affrontarono, riuscendo infine a sconfiggerlo in un epico scontro. Le due metà dell'Imperatore caddero contemporaneamente, il mondo dei vivi e quello dei morti tornarono separati, e finalmente le anime di Minwu e di tutti i caduti poterono riposare in pace.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

MinwuDoS.png

Quando entra in squadra, Minwu è equipaggiato solamente con una verga e una giubba di rame, ma dispone di statistiche molto più alte rispetto ai personaggi principali in quel punto del gioco, cosa che lo rende un valido e resistente alleato. La vera forza di Minwu risiede però nel suo vasto arsenale di magie bianche di alto livello, unite ad alti valori di Magia e Spirito, che lo renderanno utilissimo come alleato di supporto.

Dal momento che compare sia nel gioco principale che nel capitolo aggiuntivo dei remake, Minwu può disporre di due armi finali, Verga di luce e la Verga stellare, sebbene la prima sia disponibile unicamente nelle edizioni per PSP e smartphone del gioco. I termini chiave necessari a ottenere la Verga di luce sono rintracciabili tranquillamente durante la permanenza in squadra dello stregone, mentre la Verga stellare è ottenuta sconfiggendo il boss Yamatano Orochi in Arubboth. Le due armi offrono potenziamenti diversi, rispettivamente Agilità e Spirito/Intelligenza/Magia, e decidere quale usare è completamente a discrezione del giocatore. Dal momento che dispone di molte magie di alto livello, Minwu è il personaggio più adatto per apprendere la magia Ultima.

StatisticheModifica

Sprite
Versione NESVersione WSCVersione PSXVersione GBAVersione PSP
Ritratti
Versione NESVersione PSXVersione GBAVersione PSP

PV - 175
PM - 103
Forza - 10
Spirito - 48
Intelligenza - 16
Resistenza - 20
Agilità - 20
Magia - 40

MagieModifica

Magia Livello Magia Livello Magia Livello Magia Livello
Energia 7 Barriera 7 Muraglia 5 Nebbia 6
Reiz 7 Baluginio 5 Antimagia 3 Baratto 3
Rimedio 6 Egida 5 Novox 4 Terrore 3
Esna 3 Bozzolo 6 Astra 4 Telecinesi 1

Parole chiaveModifica

Fortunato Promettente Ottimo Propizio Superbo
Vento
Candelabro
Fuoco solare
Mithril
Tracce
Aeronave
Dreadnought
Falda
Grotta
Rosa selvatica
Specchio
Stregone

Altre comparseModifica

Dissidia Final FantasyModifica

Minwu fa un piccolo cameo in Dissidia come tutor per i manuali di gioco, e si occupa di illustrare le meccaniche di battaglia insieme a Gordon.
Minwu è anche il nome di una carta amico disponibile nel gioco tramite password. Il ghost è un Firion a livello 100, equipaggiato con una gemma gialla e una Rosa selvatica. Lo scudo esibito da Minwu nell'artwork ufficiale è inoltre parte dell'arsenale dello stesso Firion.

Dissidia 012 Final FantasyModifica

Minwu ritorna in questo prequel, di nuovo come tutor, ma questa volta si occupa di spiegare le meccaniche di base della modalità Storia.

Theatrhythm Final FantasyModifica

TFF Minwu.png
Stregone bianco di Mysidia, terra dei maghi, che serve il regno di Fynn. Quando la sua terra è attaccata dall'impero di Palamesia, aiuta Firion e gli altri e diventa un membro vitale della ribellione. Seguendo gli ultimi ordini del re caduto di Fynn, s'imbarca in un viaggio verso la torre di Mysidia per scoprire cosa si trova in cima.
—Descrizione

Minwu appare in questo spin-off musicale come personaggio sbloccabile in rappresentanza di Final Fantasy II, ed è ottenuto collezionando i frammenti di cristallo d'argento.

Minwu è un personaggio volto principalmente alla difesa e al supporto, grazie alle sue utili abilità di cura, tra le quali figura anche Energiga, e alla sua capacità di aumentare le statistiche degli alleati.

StatisticheModifica

Level HP PC Forza Magia Agilità Fortuna
1 345 10 6 16 12 15
10 1374 16 14 40 27 35
20 2518 22 22 65 43 56
30 3662 28 31 90 60 78
40 4806 35 39 115 77 100
50 5951 41 48 140 93 121
60 7095 47 56 165 110 143
99 9154 50 72 211 141 183

AbilitàModifica

Abilità reattive
Abilità PC Livello
Energia 8 Default
Protect (Lv1) 7 Level 5
Miraggio (Lv1) 3 15
Rigene (Lv1) 20 25
Protect (Lv2) 14 30
Energira 16 35
Rigene (Lv2) 25 55
Miraggio (Lv2) 5 70
Energiga 25 75
Rigene (Lv3) 30 85
Miraggio (Lv3) 7 90
Protect (Lv3) 21 95
Abilità proattive
Abilità PC Livello
HP ↑ (Lv1) 4 Default
Magia ↑ (Lv1) 4 10
Vista (Lv1) 16 35
Magia ↑ (Lv2) 8 40
HP ↑ (Lv2) 8 45
Magia ↑ (Lv3) 14 60
HP ↑ (Lv3) 14 65
Vista (Lv2) 24 70
Vista (Lv3) 34 95

Theatrhythm Final Fantasy Curtain CallModifica

Stregone bianco al servizio della famiglia reale di Fynn, Minwu può vedere il futuro che attende il mondo. Il suo enorme potere potrà salvare Firion e gli altri, ma non potrà salvare lo stesso Minwu dal sacrificio estremo...
—Descrizione

Minwu ritorna in questo seguito, sempre come personaggio sbloccabile, ma questa volta è sbloccato attraverso i frammenti di cristallo viola.

A livello di gameplay, non ha subito modifiche sostanziali, ma ora è anche in grado di usare Ultima.

StatisticheModifica
Livello PC HP Forza Magia Agilità Fortuna Resistenza Spirito
1 10 226 6 17 10 15 10 15
50 41 3906 46 138 79 119 78 119
99 50 6010 69 208 119 180 117 180
AbilitàModifica
Abilità reattive
Abilità PC Livello
Energia 5 Default
Protect (Lv1) 10 10
Preghiera (Lv1) 10 Level 15
Energira 10 30
Protect (Lv2) 15 45
Preghiera (Lv2) 18 50
Energiga 20 65
Protect (Lv3) 20 75
Preghiera (Lv3) 27 80
Ultima 30 95
Abilità proattive
Abilità PC Livello
Shell (Lv1) 8 Default
Magia ↑ (Lv1) 4 5
Spirito ↑ (Lv1) 4 20
Rigene (Lv1) 12 25
Shell (Lv2) 13 35
Magia ↑ (Lv2) 8 40
Spirito ↑ (Lv2) 8 55
Rigene (Lv2) 18 60
Shell (Lv3) 23 70
Spirito ↑ (Lv3) 14 85
Rigene (Lv3) 30 90

Pictlogica Final FantasyModifica

PFF Minwu.png

Minwu appare come personaggio giocabile in questo spin-off per smartphone.

Final Fantasy Airborne BrigadeModifica

Minwu è un alleato e un personaggio leggendario invocabile in questo social game.

Abilità:
  • Colpo di scudo
  • Ultima
Abilità Leggenda:
  • Sancta VI
  • Ultima

AllusioniModifica

Final Fantasy IVModifica

Nelle informazioni ufficiali delle versioni del gioco precedenti quella per Nintendo DS, si affermava che la città di Mysidia fu fondata da un saggio di nome Minwu. Tale informazione è stata apparentemente soggetta a retcon a partire dal primo remake in 3D.

Final Fantasy IV: The After YearsModifica

Durante la storia di Ceodore, si unisce temporaneamente al gruppo un mago bianco, che usa il suo potere per spezzare il sigillo che blocca la strada del diavolo in modo quasi uguale a come Minwu spezzò il sigillo che bloccava la camera del tomo di Ultima.

Final Fantasy IXModifica

Durante il gioco, il giocatore deve trovare l'oggetto chiave Campana reale per proseguire lungo la grotta di Ghizamaluk. Esaminandola dal menù Rarità, il commento all'oggetto è firmato da "Minù l'illuminato": il nome è una traslitterazione alternativa del nome giapponese di Minwu, e la frase citata è coerente con il pensiero filosofico dello stregone.

Lightning Returns: Final Fantasy XIIIModifica

L'Anima di Minwu è un accessorio presente in questo gioco. Può essere ottenuto solo in modalità Nuovo gioco +, poiché richiede di entrare in possesso dell'accessorio unico Anima di Samasa per tre volte.

L'Anima di Minwu aumenta di due il numero di gran finali concatenabili in una combo magica e modifica i seguenti valori:

  • PV max -50%

Final Fantasy TacticsModifica

Si dice che questa gemma accolga l'anima di Minwu, il primo mago. Per questo motivo è anche chiamata "Anima di Minwu". Pur essendo definita una sfera, ha in realtà la forma di una virgola.
—Descrizione

La Sfera di Minwu è un artefatto ottenibile nel gioco. Questa gemma azzurra, simile a un magatama, sembra conservare al proprio interno lo spirito del primo mago, Minwu.

Final Fantasy Tactics AdvanceModifica

La leggenda dice che questa sia l'anima di Mindu.
—Descrizione

La Gemma Mindu è un accessorio presente nel gioco. Il suo aspetto è identico alla Sfera di Minwu apparsa in Final Fantasy Tactics, ma il nome è basato sulla traduzione della versione Origins del gioco originale.

La Gemma Mindu annulla gli effetti status Pietra, Rana, Caos, Veleno, Cecità e Mutismo, e dimezza l'elemento Tuono.

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the RiftModifica

Alcuni chiamano questa gemma "Anima di Minwu", tanto era cara al suo proprietario originale.
—Descrizione

La Sfera di Minwu ritorna in questo gioco con caratteristiche sostanzialmente identiche al titolo precedente. Può essere un ottimo sostituto al Fiocco, e insegna l'abilità Usa fiocchi alle classi di sciamano, trickster e ingegnere.

Chocobo RacingModifica

In questo gioco, un mago di nome Ming-Wu è il fondatore della città di Mysidia e il responsabile della divisione del grande cristallo.

CuriositàModifica

  • Gli abiti maschili della classe del paladino in Final Fantasy V sono fortemente ispirati all'aspetto di Minwu.
  • Senza contare i titoli con il sistema di classi, Minwu è il solo mago bianco maschio in tutta la saga.
  • Minwu è di fatto il primo personaggio ospite apparso nella saga. È anche il primo mago nella saga con un nome e una storia passata.
  • Il videogioco 3D Dot Game Heroes contiene un personaggio di nome Newmin, che si sacrifica per permettere al giocatore di ottenere l'inutile Libro di Ultima, in una parodia della famosa scena di Minwu in Final Fantasy II.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale