Fandom

Final Fantasy Wiki

Lista di invocazioni

2 393pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
FFII Ritratto Borghen PSP.png Borghen: Forza, tornate al lavoro! Al lavoro, ho detto! Prima finirete più grande sarà la mia gloria!
L'articolo necessita di essere revisionato e corretto: provvedi usando il tasto Modifica.
Leviathan summoned.png

Leviatano invocato in Final Fantasy VIII

Le invocazioni sono creature magiche che possono essere richiamate in battaglia. Si tratta fondamentalmente di mostri che infliggono danni agli avversari, ma alcuni di loro hanno anche altri effetti (soprattutto curativi e di supporto). Le invocazioni sono apparse nella saga di Final Fantasy sin dal terzo capitolo.

Non si sa per quale motivo gli invocatori siano assenti nei primi due capitoli, ma in Dissidia il guerriero della luce afferma che in origine il suo mondo presentava gli invocatori: evidentemente, Garland aveva badato a toglierli di mezzo appena possibile. Nel remake per PlayStation Portable di Final Fantasy II, il superboss Deumion aveva la capacità di invocare creature sacre.

InvocazioniModifica

Final Fantasy III: SpiritiModifica

In Final Fantasy III, ci sono otto spiriti, una per ogni livello di magia, dal più basso, Chocobo, al più alto, Bahamut. Ognuno di questi otto mostri ha tre differenti attacchi, uno per ognuna delle tre classi che li possono usare. Tali classi sono l'evocatore, il negromante e il saggio: l'evocatore ed il saggio (quest'ultimo nella sola versione DS), invocando lo spirito, lo porteranno ad utilizzare uno dei due attacchi minori; il negromante (nella versione NES, anche il saggio), invece, gli farà utilizzare il suo attacco più potente.

Final Fantasy IV e Final Fantasy IV: The After Years: EidolonModifica

In Final Fantasy IV, Rydia di Mist è l'unico personaggio in grado di evocare gli Eidolon. Da bambina poteva richiamare solo il Chocobo (nella versione per DS può chiamare anche Pochka, che è il suo Eidolon personale), ma crescendo il suo repertorio si è ingrandito. Alcuni Eidolon, tuttavia, vanno comunque trovati e sconfitti in combattimento. Esistono poi alcuni Eidolon recuperabili unicamente da mostri comuni, come il Piros o il Goblin: questi ultimi Eidolon hanno però una percentuale bassissima di poter apparire come tali dopo la sconfitta, nell'ordine dello 0,4% o simile.

Nelle versioni precedenti a quella per Nintendo DS, alcuni nomi delle invocazioni sono stati cambiati per ragioni di spazio, o semplicemente perché i traduttori non avevano altro con cui lavorare. L'antagonista principale, Golbez, può invocare il suo personale drago nero, ed il suo potente attacco Zanna nera.

Final Fantasy V: InvocazioniModifica

L'invocatore può richiamare diversi spiriti dopo averli sconfitti, organizzati in livelli, in combattimento o acquistati. Questo capitolo segna anche l'esordio di invocazioni poi divenute famosissime, come Carbuncle, Golem e Fenice.

Livello 1

Livello 2

  • Ifrit - "Fiamme infernali"
  • Shiva - "Diamanpolvere"
  • Ramuh - "Saetta finale"

Livello 3

Livello 4

Livello 5

Nota: quasi tutte le invocazioni dal livello 2 in avanti devono essere prima sconfitte, mentre per Syldra è necessario recarsi nel covo dei pirati di Faris Scherwiz una volta arrivati nel mondo riunito. Golem, invece, deve essere incontrato come scontro casuale sul monte nord e non dev'essere attaccato, ma salvato sconfiggendo un drago zombie e un drago d'ossa che lo attaccheranno, una volta che compariranno in battaglia assieme a lui. La fenice, infine, è ottenuta dopo aver assistito al sacrificio di Hiryu.

Final Fantasy VI: EsperModifica

In questo capitolo, tutti i personaggi possono invocare gli Esper, equipaggiandosi con le loro magiliti. Ciascun personaggio può equipaggiarsi con un solo Esper per volta e ogni Esper insegna determinate magie, grazie ai cosiddetti "punti magici" ottenuti al termine di uno scontro.

la versione Advance del gioco ha portato altri quattro Esper ancora più potenti:

Final Fantasy VII: InvocazioniModifica

Nella compilation di Final Fantasy VII ogni personaggio poteva richiamare gli spiriti equipaggiandosi con le appropriate materie (esiste anche una materia speciale che permette di invocarli tutti, la Evocazione-maestro). Bahamut, per l'occasione si portò dietro i suoi "fratelli maggiori", uno mille volte più potente dell'altro.

Di questi numerosi spiriti, solo quattro hanno fatto ritorno nel prequel Crisis Core per PSP. A loro si aggiunsero vecchi amici da altri capitoli e una new entry che fece rimanere tutti a bocca aperta.

OMD modalità evoca

OMD modalità chocobo

Final Fantasy VIII: Guardian ForceModifica

Chiamati anche G.F. o GF, questi spiriti sono creature provenienti da non si sa bene quale dimensione, che possono essere assimilati in oggetti anche piccolissimi, come anelli o catenine che, una volta indossati, garantiscono enormi poteri al possessore. Essi però causano anche una progressiva perdita di ricordi, soprattutto quelli più lontani, dovuta al fatto che la connessione a un G.F. (o Junction) prende posto all'interno di una parte del cervello, precisamente quella che controlla la memoria. Gli spiriti apparsi in questo capitolo contano anche vecchie conoscenze comparse come boss qualche capitolo prima.

Esistono anche alcuni pseudo-GF, che non possono essere messi in Junction, e sono:

  • Boko - "Chocofire", "Chocoflare", "Chocometeo", "Chocobuckle"
  • Fenice - "Fenice di fuoco"
  • Odino - "Zantetsuken"
  • Gilgamesh - "Excalibur ossidata", "Exclibur", "Masamune", "Zantetsuken"
  • Mumba - "Mumba Mumba Mumba"
  • Moghy - "Danza di Moghy"

Final Fantasy IX: Spiriti dell'invocazioneModifica

Nel nono capitolo gli spiriti sono chiamati semplicemente Spiriti dell'invocazione. Queste creature, create in tempi antichissimi, possono essere invocate solo da uno sciamano, e solo Daga ed Eiko sono le ultime dotate di questa capacità. In realtà, chiunque potrebbe riuscire a controllare un Eidolon, se ha abbastanza forza (lo dimostrano la regina Brahne e Kuja). Daga ed Eiko dispongono di Eidolon differenti, che possono evocare tramite un gioiello o un oggetto particolare e che, a seconda della lunghezza del filmato d'attacco e del numero di oggetti di quel tipo posseduti, possono essere più o meno devastanti per il gruppo nemico.

Eidolon di DagaModifica

Eidolon di EikoModifica

  • Fenril - "Ira sismica", "Erosione millenaria" (se Eiko è equipaggiata con l'incenso)
  • Fenice - "Fiamme vitali"
  • Carbuncle - "Splendore di rubini", "Candore di diamante", "Luce di smeraldo", "Splendore di perla"
  • Madein - "Meteosisma"

Durante il gioco fa la sua ultima apparizione sulla Playstation anche Alexander. Si tratta di un Eidolon potentissimo che protegge la città di Alexandria che viene evocato da Daga ed Eiko insieme per sconfiggere Bahamut, controllato da Kuja. Per l'occasione, Alexander porta un paio di immense ali angeliche.

Final Fantasy X: EoniModifica

Nel decimo capitolo della saga, le invocazioni sono chiamate Eoni, e possono essere invocati solo da un invocatore, nello specifico Yuna. Per ottenerne uno, il giocatore deve recarsi in uno dei vari templi di Yevon sparsi per Spira, e completare un percorso chiamato chiostro della prova. Completato il chiostro, Yuna si recherà nel Naos e rivolgerà una preghiera ad un Intercessore, per poi ottenere in dono l'Eone. In questo capitolo si viene inoltre a conoscere qualche dato in più sulla storia dei singoli personaggi invocabili, e almeno una volta, ognuno è visto nella sua forma umana. Qui, l'Intercessore di Bahamut è un personaggio chiave della trama.

Un novità del decimo capitolo è rappresentata dalla giocabilità degli Eoni: essi possono essere controllati in combattimento come un personaggio giocabile, sostituendosi alla squadra finchè non vengono richiamati o sconfitti. Le loro statistiche sono basate su quelle di Yuna, moltiplicate in maniera relativa alla loro forza iniziale, possono apprendere nuove abilità attraverso oggetti speciali e alcuni possono infrangere la barriera dei 9.999 punti danno; ogni Eone ha le sue abilità predefinite, un potente attacco speciale e una Turbotecnica esclusiva.

Del gruppo originale delle invocazioni si presentarono solo tre membri, mentre tutti gli altri erano new entries. Alcuni di loro erano tuttavia già apparsi nei capitoli precedenti come nemici o boss da battere.

  • Valefor - "Alata sonica" - "Freccia raggiante", "Scudo raggiante"
  • Ifrit - "Meteostrike" - "Fiamme infernali"
  • Ixion - "Aeroelektrodo" - "Elektroflusso"
  • Shiva - "Tocco celestiale" - "Diamanpolvere"
  • Bahamut - "Istinto" - "Megaflare"
  • Anima - "Pain" - "Chaos D"
  • Yojimbo - "Daigorou", "Kozuka", "Wakizashi", "Zanmato"
  • Le 3 Magus - "Engloutie" (Cindy), "Schmelzend" (Sandy), "Ritornerò" (Mindy) - "Attacco delta"

Dopo aver ottenuto l'aeronave, il giocatore potrà misurarsi inoltre con le versioni dark degli Eoni sopra citati. Non sono ottenibili, ma sono però dei boss molto potenti, alcuni fra i più potenti del gioco.

Tutti questi Eoni ricompariranno poi nel sequel Final Fantasy X-2, dove saranno trasformati in Eoni oscuri dal non-trapassato Shuyin, che li userà per seminare il terrore su Spira.

Final Fantasy XI: AvatarModifica

L'undicesimo capitolo presenta della invocazioni chiamate Avatar, richiamabili da un invocatore, che forniscono a quest'ultimo il loro aiuto finchè non vengono ritirati o sconfitti. Si dividono in avatar terrestri, celesti ed elementi; inoltre sono spesso deboli nell'attacco fisico, ma possiedono delle abilità speciali molto utili.

Quasi tutti sono ottenibili completando missioni secondarie, e due di loro hanno caratteristiche completamente nuove dal resto della saga: Odino, in particolare, infligge morte istantanea o sottrae una percentuale di PV, mentre Alexander aumenta le statistiche difensive. Questi due sono stati introdotti di recente, e sono invocabili sotto l'effetto del flusso astrale, solamente per un massimo di due ore.

Avatar terrestri

Avatar celesti

Final Fantasy XII: EsperModifica

Nel dodicesimo capitolo, ambientato ad Ivalice, c'è un completo cambiamento nel mondo delle evocazioni: ai vecchi membri del gruppo fu concessa una più che meritata vacanza per il lavoro svolto, mentre al loro posto furono chiamati tredici Esper nuovi di zecca. In realtà non proprio nuovi, visto che sono quasi tutti dei surrogati di boss già apparsi in capitoli precedenti (Shemhazai è l'unico completamente originale). Ognuno di loro rappresenta una costellazione dello zodiaco classico, incluso il serpentario, non presente nello zodiaco occidentale.

Ogni Esper può essere evocato da un solo personaggio a scelta del giocatore, la loro Licenza deve essere sbloccata sulla scacchiera e, in base alla potenza, ognuno costa una, due o tre barre Mystes, come un'Apoteosi. L'Esper non può essere controllato dal giocatore e si sostituisce ai due compagni di chi lo ha evocato per 90 secondi; inoltre, scompare prematuramente se il giocatore stesso lo richiama, se usa la sua tecnica speciale o se viene sconfitto. L'Esper agisce in combattimento attraverso un sistema di Gambit specifico e non modificabile.

Perchè il giocatore li ottenga, li deve sconfiggere: alcuni di loro sono dei boss previsti dalla trama, mentre altri sono opzionali. Gli otto esper elementali, inoltre, possono utilizzare mentre li si combatte una potente magia elementale -Ja (come, ad esempio, Thundaja). Zalera può invece usare l'attacco totale Morte Lv.1.

Qui sono riportati secondo l'ordine dei segni zodiacali che rappresentano.

Final Fantasy XII: Revenant Wings: EsperModifica

Final Fantasy Tactics: InvocazioniModifica

In questo capitolo, le invocazioni sono apprendibili da un invocatore attraverso i JP, come qualsiasi altra abilità, oppure con una determinata probabilità se un invocatore viene colpito da un'invocazione (subendo almeno 1 HP o 1 MP di danno) e sopravvive al colpo. L'unica eccezione è Zodiark, che non può essere appreso normalmente ma solo facendo in modo che il superboss Elidibus attacchi un invocatore del party invocando la creatura.

Final Fantasy Tactics Advance: Invocazioni e TotemaModifica

In questo capitolo per Gameboy Advance esistono due tipi di invocazioni: le creature invocabili propriamente dette, che possono essere apprese da un invocatore attraverso armi specifiche e richiamate in battaglia, ed i Totema, potenti spiriti protettori delle cinque razze di Ivalice. Un Totema può essere invocato solo da un personaggio della razza da esso protetta (da notare che Ritz Malheur conta come una viera), al costo di ben 10 GP e solo dopo averlo sconfitto in una determinata missione della trama principale.

InvocazioniModifica

TotemaModifica

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift: InvocazioniModifica

Final Fantasy XIII: EsperModifica

In questo capitolo, ogni personaggio dispone di un esper personale, che deve prima essere affrontato in battaglia. In modalità Gestalt, l'esper si trasforma in un mezzo di trasporto esclusivo.

  • Shiva - guardiane di Snow, si trasformano in una moto, usa Diamanpolevere.
  • Odino - guardiano di Lightning, si trasforma in un destriero, usa Zantetsuken.
  • Brunilde - guardiana di Sazh, si trasforma in un'auto da corsa, usa Muspellheim.
  • Bahamut - guardiano di Fang, si trasforma in un velivolo, usa Megavampalia.
  • Alexander - guardiano di Hope, si trasforma in una fortezza, usa Giudizio Divino.
  • Ecatonchiro - guardiano di Vanille, si trasforma in un camminatore bipede pieno di cannoni, usa Missile di Gaia.

Invocazioni corrotteModifica

In alcuni giochi, compaiono delle creature molto simili alle creature invocate, ma che sono prevalentemente ostili verso il giocatore. Tra i capitoli in cui compaiono ricordiamo:

  • Final Fantasy IV - gli Eidolon lunari, presenti solo nei remake in 2D del gioco, sono creature delle tenebre il cui scopo è testare coloro che si avventurano nelle rovine lunari. Compaiono inoltre versioni potenziate di Bahamut e Leviatano.
  • Final Fantasy VIII - una volta il boss Tiamath era un G.F., ma il potere di Artemisia l'ha trasformata in un mostro a tutti gli effetti. Griever, inoltre, è un G.F. creato da Artemisia, partendo dai i pensieri di Squall.
  • Final Fantasy X - gli Eoni oscuri sono boss opzionali, evocati dai sacerdoti di San Bevelle aggiunti nelle versioni europea ed internazionale del gioco. Sono famosi per le loro altissime statistiche.
  • Final Fantasy XIII-2 - Chaos Bahamut è una versione corrotta di Bahamut sotto il controllo di Caius.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale