FANDOM


FFII Ritratto Borghen PSP.png Borghen: Forza, tornate al lavoro! Al lavoro, ho detto! Prima finirete più grande sarà la mia gloria!
L'articolo necessita di essere revisionato e corretto: provvedi usando il tasto Modifica.
Hovercraft Art.jpg
FFIVDS Hovercraft.png

L'hovercraft è un particolare mezzo di trasporto usato in Final Fantasy IV. Il principe Edward è l'unico al mondo a possederne uno, e lo dona ai protagonisti quando entra in squadra come personaggio giocabile. E' il solo mezzo che permetta di oltrepassare le secche sul mare.

StoriaModifica

L'hovercraft era un mezzo di trasporto estremamente avanzato a livello tecnologico, e non si sa molto su come e quando fu costruito. Sta comunque di fatto che solamente la famiglia reale di Damcyan era in possesso di questo marchingegno. Edward lo usava spesso quando doveva raggiungere zone lontane, per attraversare aree in cui l'acqua marina era poco profonda. Lo usò anche per spostarsi velocemente da Kaipo a Damcyan per per condurre l'amata Anna fino al suo castello.

Quando le Ali rosse di Baron bombardarono il castello, l'hovercraft non subì danni, poichè si trovava all'interno di un sotterraneo. Edward lo donò al cavaliere delle tenebre Cecil Harvey quando questi gli spiegò che aveva bisogno della luce del deserto, unico rimedio per curare la febbre del deserto, contratta da Rosa. L'hovercraft fu usato per raggiungere senza problemi la caverna dell'antoleon, dove si trovava la luce del deserto, e in seguito anche per raggiungere in fretta l'oasi di Kaipo. L'ultima volta che effettivamente Edward usò l'hovercraft fu per condurre Cecil e il suo gruppo al monte Hobs.

Diversi giorni più tardi, Cecil si ritrovò ad aver nuovamente bisogno dell'hovercraft, per raggiungere la caverna di Eblan, l'unica altra entrata della torre di Babil. Fortunatamente, il ragazzo aveva raccontato al suo amico ingegnere Cid Pollendina del prodigioso marchingegno: Cid installò sull'aeronave Enterprise un gancio speciale, atto a sollevare l'hovercraft e spostarlo da un luogo a un altro. Tornato nel supramondo, Cecil se ne servì per trasportare l'hovercraft fino a Eblan e raggiungere la caverna.

In seguito, Cecil usò l'Enterprise per spostare l'hovercraft anche sull'isola di Mithril, dove potè raggiungere la caverna di Adaman.

Metodo d'usoModifica

l'hovercraft è ottenuto subito dopo la prima visita a Damcyan, e si pilota esattamente come un'aeronave: permendo il pulsante Azione (A sui portatili Nintendo o Playstation Button X.png sulla PSP), si fa partire il veicolo, con i tasti direzionali lo si muove e con il tasto Annulla (B sui portatili Nintendo e Playstation Button C.png sulla PSP) si scende. Il veicolo può essere usato per muoversi sulle acque poco profonde, indicate sulla mappa con un colore più chiaro e dei piccoli scogli.

Per agganciarlo all'Enterprise è sufficiente spostare la nave su di esso e premere il tasto Azione. La nave non può atterrare finchè ha l'hovercraft attaccato, perciò prima di atterrare bisogna rilasciare il carico premendo nuovamente il tasto Azione, e poi atterrare normalmente nelle vicinanze.

CuriositàModifica

  • A parte il Traghetto lunare e il Gigante di Babil, che sono di produzione seleniana, l'hovercraft è il pezzo di tecnologia più avanzato su tutto il pianeta blu, superando persino le aeronavi. L'alimentazione del motore è sconosciuta.
  • Curiosamente, l'hovercraft può essere portato nel Submondo, anche se lì non ha alcuna utilità per via del fatto che non c'è acqua ma solo lava.
  • L'hovercraft non compare in Final Fantasy IV: The After Years, soprattutto perchè le zone dove prima era necessario usarlo sono ora provviste di ponti, oppure le acque si sono ritirate in modo da permettere di raggiungere la caverna di Eblan o di Adaman anche a piedi.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale