FANDOM


Gordon
Gordon (Artwork Amano)
Dati biografici
Kana ゴードン (Gōdon)
Nato Kashuan
Famiglia
Segno zodiacale Acquario
Dati fisici
Razza Umano
Capelli Biondi
Occhi Azzurri
Gruppo sanguigno B
Informazioni
Arma primaria Lancia
Mano Destra
Occupazione
  • Principe di Kashuan
  • Regale consorte di Fynn
Affiliazione
Gameplay
Arma iniziale Lancia
Arma finale Gungnir
Dietro le quinte
Comparse
Personaggio di Final Fantasy II
Gordon (sprite)
Gordon guida le forze ribelli della Rosa selvatica per onorare la morte del re di Fynn e perseguire il suo sogno di libertà. Nel suo regno era un figliol prodigo, ma nell'armata ribelle ritrova il coraggio nell'anima e nel corpo.
—Descrizione

Gordon è uno dei personaggi temporaneamente giocabili di Final Fantasy II.

Assieme a suo fratello Scott, Gordon governava il regno di Kashuan, alleato di Fynn, fino a che gli eventi della guerra contro l'Imperatore non lo portarono a capo della rivolta contro il tiranno. Come il fratello, inoltre, è innamorato della principessa Hilda.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Gordon è un giovane alto e bello, dai lunghi capelli biondi legati a coda di cavallo e dallo sguardo malinconico. Il suo abbigliamento comprende una tunica nobiliare color beige e pantaloni larghi dello stesso colore, unita a un'armatura pettorale di bronzo e una cintura con appeso un pugnale. Completano il vestiario guanti marroni, stivali verde oliva e un lungo mantello viola. Questo schema di colori, benché presente nei dipinti originali di Yoshitaka Amano, è stato utilizzato unicamente nei remake più recenti del gioco: nelle edizioni precedenti, il vestiario di Gordon è più tendente al giallo e al blu, e il mantello è di colore rosso.

PersonalitàModifica

Gordon si presenta inizialmente come un uomo depresso e attanagliato dal senso di colpa per non essere riuscito ad affiancare suo fratello Scott nello scontro con l'impero di Palamesia e averlo lasciato a morire da solo. Contrariamente al coraggioso fratello, Gordon è in effetti particolarmente codardo, e molto tendente all'autocommiserazione. Quando scopre della morte del fratello e del pericolo che corre la principessa Hilda, decide però di tentare di redimersi, e anche grazie all'aiuto dei protagonisti del gioco, riesce a diventare una persona migliore, al punto da guidare personalmente l'esercito ribelle nello scontro con l'impero.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)Orphan (crisi)

Gordon era uno dei due giovani principi ereditari della casata di Kashuan. Contrariamente al coraggioso fratello Scott, Gordon era un gran codardo e preferiva sottrarsi agli scontri. Quando l'impero di Palamesia attaccò il regno di Fynn, Scott sacrificò la sua vita per salvare la principessa Hilda, mentre Gordon si era dato alla fuga. Caduto in disgrazia e ormai ultimo erede della sua casata, Gordon si nascose nel rifugio ribelle di Altair, dove rimase a piangersi addosso per la sua codardia, troppo inpaurito e afflitto per confrontarsi con Hilda e unirsi alla ribellione.

Il fuoco solareModifica

Quando però giunsero ad Altair le notizie del completamento della potente aeronave da guerra Dreadnought da parte dell'impero, Gordon decise che non sarebbe più stato a guardare. Prendendo il coraggio a due mani, il giovane principe tornò alla vecchia rocca di Kashuan, dove la sua famiglia custodiva da generazioni il leggendario fuoco solare: la fiamma sacra era la sola cosa che avrebbe potuto distruggere la Dreadnought, e Gordon sapeva di essere il solo a poterla recuperare, in quanto solo un membro della casata reale avrebbe potuto accedere alla fortezza.
Mentre si trovava nella fortezza, Gordon incontrò Firion, Maria e Guy, arrivati dopo il recupero della campana sacra, e li guidò verso la torre più alta per recuperare la torcia di Eghil necessaria a raccogliere il fuoco solare, aiutandoli a sconfiggere il mostro che la proteggeva.

Dopo aver recuperato il fuoco solare, il gruppo uscì dalla rocca, e vide che la Dreadnought aveva catturato un'aeronave più piccola che veniva verso di loro, a bordo della quale si trovava Hilda. Gordon accompagnò dunque Firion e i suoi amici verso la base di rifornimento dell'enorme vascello, dove riuscirono a liberare la principessa e l'equipaggio dell'aeronave più piccola.

Riacquistare la fiduciaModifica

Sebbene l'aiuto di Gordon fosse stato fondamentale nella distruzione della Dreadnought, Hilda era ancora poco propensa a fidarsi del codardo che aveva lasciato morire il suo promesso sposo, specialmente dopo che la sua negligenza nel non aver voluto recuperare subito il fuoco solare era costata la vita a Josef, un altro membro importante della ribellione. Tuttavia, Gordon entrò definitivamente a far parte della Rosa selvatica quando il re di Fynn, sul suo letto di morte, ordinò che fosse lui a guidare le truppe ribelli. Gordon accettò il desiderio del sovrano e iniziò ad addestrare le truppe personalmente, mentre Firion e i suoi amici partivano alla volta di Deist per raccogliere alleati.
Quando il gruppo ritornò ad Altair, quella che per tutto quel tempo era stata creduta la principessa Hilda si rivelò essere una lamia regina: questo significava che la vera principessa era ancora nelle mani dell'impero.

Gordon decise pertanto di accompagnare Firion e il gruppo in una missione di salvataggio. Hilda era tenuta prigioniera nel Colosseo, una grande arena costruita dall'Imperatore a poca distanza dal suo castello. Qui, il malvagio sovrano sfidò i ribelli mettendo in palio la vita di Hilda in uno scontro con un pericoloso behemoth ma, anche se Firion e il gruppo riuscirono a vincere l'enorme bestia, il tutto si rivelò essere un'astuta trappola. Il gruppo fu catturato e gettato nei sotterranei dell'arena.
Fortunatamente, la salvezza si palesò al gruppo nel ladro Paul, che era riuscito a infiltrarsi nelle prigioni, e grazie al suo aiuto Gordon poté finalmente trarre in salvo Hilda mentre Firion, Maria e Guy tenevano impegnati i soldati imperiali.

Risorto dal fangoModifica

Gordon e Hilda tornarono ad Altair, dove finalmente riunirono tutto l'esercito ribelle per reclamare una volta per tutte il regno di Fynn. Ormai, Gordon aveva trovato tutto il coraggio di cui aveva bisogno, e niente avrebbe fermato la sua avanzata. Mentre Firion e i suoi compagni giudavano l'assalto al castello, Gordon e gran parte dell'esercito presero d'assalto la città, tagliando la fuga ai soldati imperiali rimasti.
Con il castello di Fynn nuovamente in mano ai ribelli, Gordon accettò di regnare a fianco di Hilda, onorando la memoria sia di Scott che del padre della principessa. Da quel momento, la coppia avrebbe guidato la lotta contro l'impero da una nuova e ben più difesa roccaforte.

Quando Firion, Maria, Guy e Leon sconfissero definitivamente l'Imperatore Mateus in un'epica battaglia sulla cima del palazzo infernale Pandæmonium, Gordon e Hilda li accolsero acclamandoli come eroi a nome del regno e, forse, di tutto il mondo. Gordon, ora un uomo nuovo, ringraziò i suoi amici per averlo aiutato a superare le sue paure, e sperò che, da qualche parte, anche suo fratello Scott stesse sorridendo.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

Quando entra in squadra, Gordon è equipaggiato con una lancia, uno scudo bronzeo, una giubba bronzea e guanti bronzei. Le sue statistiche sono globalmente bilanciate, rendendolo adatto sia all'attacco fisico che a quello magico.

L'arma finale accessibile a Gordon nelle edizioni per PSP e smartphone del gioco è la Gungnir. I termini chiave necessari a ottenerla sono facilmente rintracciabili già prima del suo ingresso in squadra, in modo da renderlo molto più forte contro i nemici incontrati nella rocca di Kashuan e nel colosseo.

StatisticheModifica

Sprite
FFII Gordon NESFFII Gordon WSCFFII Gordon PSXFFII Gordon GBAFFII Gordon PSP
Ritratti
FFII Ritratto Gordon NESFFII Ritratto Gordon PSXFFII Ritratto Gordon GBAFFII Ritratto Gordon PSP

PV - 128 (64)
PM - 15 (5)
Forza - 22
Spirito - 22
Intelligenza - 22
Resistenza - 22
Agilità - 22
Magia - 22

I valori tra parentesi sono riferiti alla versione originale per NES.

Parole chiaveModifica

Fortunato Promettente Ottimo Propizio Superbo
Falda
Caverna
Dragoni
Mithril
Tracce
Viverne
Candelabro
Vento
Tempesta
Oscurità
Nebbia densa
Fuoco solare
Campana sacra

Altre comparseModifica

Dissidia Final FantasyModifica

Gordon fa un cameo in Dissidia nel ruolo di tutor, e si occupa di spiegare le varie opzioni del menu di battaglia.

Pictlogica Final FantasyModifica

PFF Gordon

Gordon appare come personaggio giocabile in questo spin-off per smartphone.

Final Fantasy Airborne BrigadeModifica

Gordon è un alleato e un personaggio leggendario invocabile in questo social game.

Abilità:
  • Bufera VI
  • Aglio
Abilità Leggenda:
  • Tamburo di Gaia

CuriositàModifica

  • Gordon condivide molti tratti caratteriali con Edward Chris von Mui di Final Fantasy IV: entrambi sono pricipi caduti in disgrazia per la loro codardia, che riescono a risollevarsi durante lo sviluppo della trama.
  • Gordon è uno di quei personaggi che non appaiono nel romanzo tratto da Final Fantasy II.
  • Gordon è il primo personaggio giocabile a possedere il titolo di principe.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale