FANDOM


Icona Gabranth 1 Gabranth: Perché rinunci a ciò di cui devi avere più cura?
L'articolo necessita di essere completato: provvedi usando il tasto Modifica.


Final Fantasy XIII è il tredicesimo capitolo della serie principale di Final Fantasy ed il primo ad essere venduto per console della settima generazione (precisamente PS3 e Xbox360). Svelato all'E3 del 2006, Final Fantasy XIII è il primo capitolo del progetto Fabula Nova Crystallis. Il gioco è uscito in giappone il 17 dicembre 2009 e il 9 Marzo 2010 in Nord America ed Europa. Final Fantasy XIII è stato anche il primo Final Fantasy ad essere tradotto in cinese tradizionale, in una versione disponibile solo per PS3.

TramaModifica

La storia si svolge a Cocoon, una sorta di monarchia di stampo ecclesiastico. Il primarca, massima autorità politica e religiosa, ha il compito di interpretare il volere degli dèi, i Fal'cie; le guardie del suo governo, il Sanctum, vengono chiamate PSICOM. Un altro tipo di guardia, il CG (Corpo di Guardia), si affianca agli PSICOM, ma ha autorità solo locale, ed è generalmente poco considerata dal Sanctum. Sotto Cocoon si estende il mondo di Gran Pulse, abitato da creature mostruose e dominato da Fal'cie ostili. Ogni Fal'cie ha poteri di controllo elevati sugli umani: in particolare, ognuno di questi esseri fornisce un certo tipo di risorsa agli umani, che dipendono quindi quasi totalmente da essi. Inoltre hanno la capacità di nominare (Fal'cie del Sanctum) o maledire (Fal'cie di Pulse) gli umani, trasformandoli in L'cie. I L'cie sono esseri umani in grado di usare la magia, ai quali viene dato il compito di svolgere particolari missioni molto pericolose: se falliranno, si trasformeranno in Cie'th; se invece avranno successo si trasformeranno in statue di cristallo e vivranno eternamente. Se si considera che le missioni non sono esplicate ma si riceve solo una visione sfuggente, si comprende la difficoltà dell'impresa. Inoltre sul corpo del L'cie compare uno stigma, che più si espande e si colora, e meno tempo si ha a disposizione per compiere la missione imposta dal Fal'cie. Nonostante si consideri come un eroe un L'cie del Sanctum e come un nemico pubblico un L'cie di Pulse, essere maledetti da un Fal'cie, e quindi portarne il marchio come un tatuaggio, è considerata da alcuni come una vera e propria sciagura, visti anche gli unici due destini possibili sono simili alla morte. La prima frase pronunciata nella prima sequenza di gioco è un flash-back. Furono 13 i giorni in cui il Sanctum si accorse della presenza di un Fal'cie di Pulse nei pressi della cittadina marittima di Bodhum, a Cocoon, e a seguito della qual scoperta fece epurare l'intera città. I timori del primarca, cioè quelli di una contaminazione diffusa nella cittadina, lo spingono a esiliare tutti i suoi abitanti su Pulse. Le sue paure sono in parte verificate, poiché Serah, sorella di Lightning, una CG, è realmente un L'cie. Il fidanzato di Serah, Snow, per proteggerla dal Sanctum, decide di portarla al suo Fal'cie per cercare di scoprire qualcosa di più riguardo alla sua missione, ma qualcosa va storto: la ragazza rimane intrappolata al suo interno, e il Fal'cie scompare all'interno del vestigio in cui era rimasto celato per secoli. Lightning, allora, decide di dimettersi dall' arma e di farsi epurare per raggiungere il Fal'cie dove si trova sua sorella. Sazh, un uomo il cui figlio Dajh, seppure piccolo, è stato eletto da un Fal'cie del Sanctum, sceglie di seguirla per raggiungere il Fal'cie e far luce sulla missione del bambino. I treni dell'epurazione vengono fermati dal team NORA ai confini di Cocoon, nel margine estremo, e scoppia una rivoluzione da parte degli abitanti esiliati: Snow col suo gruppo, il NORA appunto, capeggia questa rivolta agli PSICOM, con l'obiettivo di raggiungere il Fal'cie perso qualche giorno prima, che sta venendo trasportato in quel momento da Cocoon su Pulse. Nora, la madre di Hope, un ragazzino, partecipa alla rivolta di Snow, ma proprio per salvare costui dall'attacco di una nave nemica, precipita nel vuoto. Hope incolpa di ciò Snow, e, deciso a farsi vendetta, lo segue fino al Fal'cie, con una ragazza incontrata sul treno, Vanille. Tutto il gruppo al completo si incontra quindi qualche tempo prima di trovare Serah, nel vestigio, a breve distanza dalla stanza dove giace Anima, il Fal'cie di Pulse che ha maledetto Serah. Quando finalmente la trovano, Serah diviene improvvisamente un cristallo, davanti agli occhi increduli della sorella e del fidanzato. Dopodiché il gruppo appena formatosi si avventa sul Fal'cie per distruggerlo. Poco prima di spirare, il Fal'cie maledice i cinque, e li condanna ad un'avventura in cui fuggiranno al Sanctum, si separeranno, si riuniranno alla ricerca di un modo per riavere Serah e per chiarire il mistero della maledizione.

PersonaggiModifica

Personaggi giocabiliModifica

  • Lightning: una ragazza di 21 anni, dai capelli rosa chiaro, ed il nome che usa è uno pseudonimo (realmente si chiama Claire Farron). Nel passato un'ufficiale dell'esercito, si dimette per farsi epurare, in modo tale da venire in contatto e sconfiggere il Fal'Cie di Pulse, che ha maledetto sua sorella. Di lei i produttori dicono che sarà una ragazza temperata, in grado di prendere ardue decisioni, ma che nasconde un lato tenero e un passato misterioso. Il suo Esper è Odino, che può diventare un cavallo per l'invocatrice. La sua arma è un Gunblade (anche se molto diverso da quelli visti precedentemente), una spada che può venir modificata per essere usata anche come pistola. Quando invece, invoca il suo Esper, usa come arma una lunga spada a doppia lama che può essere divisa in due, ovvero l'arma del suo stesso Esper.
  • Snow Villiers: un ragazzo biondo che lotta con un dispositivo che ne aumenta la forza fisica; avrà un rapporto piuttosto profondo con Lightning, in quanto lui era il fidanzato di Serah Farron, sorella minore della protagonista. Il suo carattere impulsivo spesso lo rende antipatico alla prima impressione ma conoscendolo a fondo si scopre in lui la profonda determinazione di proteggere il suo pianeta Coocon e la capacità di sdrammatizzare qualsiasi situazione. La sua invocazione sono le sorelle Shiva: Styria e Nix, che possono unirsi e diventare una moto cavalcabile da Snow.
  • Sahz Katzroy: un uomo di colore con una pettinatura afro dove dimora un cucciolo di Chocobo; Sahz incontra Lighting per la prima volta sul treno dell'epurazione. Riesce sempre a far sorridere i membri del gruppo. In combattimento usa due pistole. La sua invocazione è originale di questo gioco, si chiama Brunilde, è di elemento fuoco ed è in grado di trasformarsi in un'auto da corsa. Nel gioco Sahz ha anche un figlio, Dahj, che sembra aver scoperto per primo il Fal'Cie di Bodhum.
  • Oerba Dia Vanille: una ragazza giovane dai capelli rosa scuro, ha una personalità spesso infantile, ma dotata anche di un carattere più profondo. La sua arma è un bastone con quattro speroni all'estremità, gli speroni vanno contro il nemico attaccati come a delle lenze da pesca che attirano il nemico a Vanille. Il suo Esper è Ecatonchiro, una nuova invocazione di tipo Terra, che si trasforma in una sorta di mezzo corazzato armato di mitragliatrici. Vanille funge da voce narrante al gioco.
  • Hope Estheim: il più giovane del gruppo di soli 14 anni, dal carattere impulsivo ed ancora immaturo, che vuole vendicarsi di Snow, poiché crede abbia causato la morte di sua madre, arruolandola nella ribellione. Usa come arma un boomerang. Nel corso dell'avventura maturerà sia moralmente che in combattimento grazie anche agli insegnamenti di Ligthning. La sua invocazione è il mastodontico Alexander, l'unica la cui trasformazione non è semovente (diventa una sorta di muraglia di torri armate di raggi laser sacri).
  • Oerba Yun Fang: l'ultimo personaggio ad aggiungersi al gruppo; usa come arma una lancia ed è la più forte fisicamente del gruppo. Ha un forte legame con Vanille, che risulterà molto importante durante il gioco; le due ragazze provengono difatti dallo stesso villaggio (Oerba), sono cresciute insieme e Fang tuttora continua a proteggere Vanille ogniqualvolta si trovi in pericolo. Il suo Esper è Bahamut che, trasformandosi, recupera il vecchio aspetto di drago.

Altri personaggiModifica

  • Serah Farron: è la sorella della protagonista, nonché futura protagonista nel sequel. In questo gioco è un L'Cie che completa la propria missione, trasformandosi in un cristallo.
  • Dajh Katzroy: è il figlio di Sazh, rapito dal Sanctum per delle ricerche, che diventerà un cristallo poco dopo aver ritrovato il padre.
  • NORA: un gruppo di ribelli capeggiato da Snow, che mira a sconfiggere il Sanctum.
  • Sanctum: l'organizzazione che controlla Cocoon attraverso i fal'Cie, è governata dal malvagio Galenth Dysley.

GiocabilitàModifica

Sistema di combattimentoModifica

Questo capitolo dispone dell'ATB (Active Time Battle), un caposaldo della serie nei Final Fantasy precedenti, con nuove opzioni: i combattimenti sono infatti più veloci e frenetici, con menù più rapidi e catene di attacchi consecutivi (fino a sei) che cambiano automaticamente a seconda del tipo di nemico che si affronta. Durante la battaglia è inoltre possibile cambiare i ruoli dei protagonisti in tempo reale potendo così creare anche delle vere e proprie formazioni e strategie di attacco e di difesa.

Gli Esper sono totalmente rivisitati: hanno aspetto di automi e macchine varie e hanno la possibilità di mutare la loro forma, combinando così le forze con l'invocatore in devastanti attacchi finali.

Rimane tuttavia un sistema simile al gambit utilizzati nel capitolo precedente: infatti durante il combattimento è possibile solo il leader (a differenza dell'altro in cui era possibile cambiarlo in qualsiasi momento non essendoci differenza tra la modalità battaglia ed esplorazione), mentre gli altri due membri del party seguono l'intelligenza artificiale eseguendo attacchi, magie e curando il party a seconda delle necessità e delle impostazioni. Caratteristica invece nuova è la cosiddetta Crisi che si causa al nemico attaccandolo (una sorta di momento in cui si azzera la difesa del nemico consentendo di concentrare gli attacchi).

Al termine della battaglia il giocatore viene votato, da 0 a 5 stelle, determinando così la ricompensa che lascia il nemico sconfitto e la difficoltà del gioco: con voti bassi vengono lasciati più oggetti curativi mentre con voti alti aumenta la possibilità di trovare oggetti rari e aumentano i "punti Cristallium" e "punti tecnici" ottenuti. Inoltre non è possibile fuggire dalle battaglie: se il leader muore sarà game over e si potrà scegliere se ricaricare dall'ultimo salvataggio o se ricominciare la battaglia. Scegliendo "ricomincia" si viene catapultati un istante prima della battaglia, dando modo al giocatore di organizzarsi o fuggire. Inoltre, una volta terminata la battaglia tutti i membri recupereranno totalmente i propri PV, anche se erano K.O.

Infine, i punti di salvataggio, oltre a permettere di salvare il gioco, sono dei portali interattivi per i negozi di armi, accessori e oggetti. Ovviamente, siccome i PV si ripristanano dopo ogni battaglia, non ripristinano il gruppo come i "salvocristalli" del capitolo precedente.

OptimumModifica

I personaggi principali acquisiscono, con l'avanzare dell'avventura, dei ruoli che si differenziano fra loro per abilità e bonus aggiuntivi. Questi ruoli sono:

  • Attaccante (ATT): di tipo offensivo, questo ruolo si concentra sugli attacchi fisici e magici non elementali, che rallentano lo svuotamento della barra Crisi. Più Attaccanti in squadra mirano sempre ad un bersaglio diverso. Potenzia gli attacchi fisici e magici della squadra.
  • Occultista (OCC): di tipo offensivo, questo ruolo si concentra sugli attacchi fisici e magici elementali. L'Occultista mira sempre allo stesso bersaglio di un altro Occultista o di un Attaccante. Offre un rapido riempimento della barra Crisi. Potenzia il bonus catena della squadra.
  • Sentinella (SEN): tanker della squadra, la Sentinella attira su di sé gli attacchi del nemico grazie all'abilità Provocazione, estendendo anche la durata della Crisi. Le sentinelle sono in grado di usare varie abilità difensive che, oltre a proteggerle dai danni danneggiano il nemico o curano. Potenzia la difesa fisica e magica della squadra.
  • Terapeuta (TER): di supporto, il Terapeuta ripristina i punti ferita, guarisce dagli status alterati e dal KO. Potenzia le abilità curative e l'efficacia degli oggetti di recupero a tutta la squadra.
  • Sinergista (SIN): di supporto, il Sinergista aumenta le caratteristiche della squadra come difesa, attacco, potenza e velocità con l'utilizzo di speciali magie come Sphaera. Prolunga l'effetto delle abilità di potenziamento e difesa della squadra.
  • Sabotatore (SAB): opposto al Sinergista, il Sabotatore infligge status alterati al nemico e, al contempo, ne dissipa quelli positivi. Aumenta la percentuale di successo di danneggiare il nemico con un'abilità a tutta la squadra.

La squadra presenta uno schema di ruoli (Optimum) all'inizio di ogni battaglia: esso può essere cambiato più volte durante ogni scontro per potersi adattare alle necessità del momento. I principali sono: Raid Inesorabile (ATT + OCC + OCC); Tripla Calamità (OCC + OCC + OCC); Peana Trionfale (ATT + OCC + TER); Attacco delta (ATT + OCC + SEN); Legione d'acciaio (ATT + ATT + SEN); Inno a Esculapio (TER + TER + TER), Esizio (OCC + ATT +SIN), Fenice (TER + TER + SEN), Cerberus (ATT + ATT + ATT), Furia (ATT + ATT + OCC), Trimurti (TER + SIN + SAB).

CristalliumModifica

Il Cristallium rappresenta la crescita dei protagonisti di questo Final Fantasy che prende ispirazione dalla sferografia di Final Fantasy X. Consiste in un percorso in cui avanzare spendendo i PC (Punti Cristallo) guadagnati sconfiggendo i mostri ordinari e che si evolve durante i vari capitoli in cui è divisa la trama principale. Ogni sfera presente sul percorso è il potenziamento di un parametro (Sfera rossa = potenza fisica; Sfera Viola = potenza magica; Sfera Verde = punti vita), i cristalli gialli sono Abilità (come Fulgor per l'Occultista) o Autoabilità (come Lancio per l'Attaccante) mentre i cristalli bianchi sono potenziamenti per il ruolo che si sta potenziando (con conseguente aumento dei bonus).

EsperModifica

Queste possenti creature possono essere invocate solo dal leader, spendendo i Punti Tecnici guadagnati attraverso catene di attacchi e le valutazioni ottenute alla fine degli scontri. Quando invocati, gli Esper sostituiscono tutti i membri della squadra, tranne l'invocatore, e combattono per una quantità limitata di tempo, indicata da una barra, chiamata barra Gestalt, che si svuota progressivamente. Tale barra scende più velocemente se l'Esper subisce danni. Costruendo efficaci catene di attacchi si riempie la barra Gestalt, che permette loro di trasformarsi in mezzi di combattimento dagli attacchi devastanti: la Modalità Gestalt. Per eseguire l'invocazione, i personaggi si servono di particolari pietre dette Esperiti, che ottengono una volta sconfitto il rispettivo Esper.

  • Shiva (Stiria e Nix): due Esper di elemento Ghiaccio: Stiria usa attacchi magici, Nix infligge danni fisici. In Modalità Gestalt, si trasformano in una moto e usano l'attacco Diamanpolvere. L'Esperite di Shiva è azzurra e ha la forma di un cuore.
  • Odino: celebre Esper di elemento Tuono. In modalità Gestalt, assume la forma del suo destriero Sleipnir, e può sferrare il famoso colpo Zantetsuken. L'Esperite di Odino è rosa e ha la forma di un bocciolo di rosa.
  • Brunilde: Esper di elemento Fuoco, poco potente ma molto veloce, al suo debutto nella serie. Nella sua forma Gestalt, assume la forma di un'automobile e può sferrare il colpo Muspellheim. La sua Esperite è rossa e ha la forma di una piuma.
  • Bahamut: Probabilmente l'Esper più celebre nella storia della saga, che infligge danni fisici e magici. Nella sua forma Gestalt, assume il classico aspetto di drago volante e può sferrare il colpo Megavampalia. La sua esperite è viola e ha la forma di una zanna.
  • Alexander: Esper massiccio e molto lento. L'ultima sua apparizione risale al IX capitolo, come spirito dell'invocazione divino. In modalità Gestalt, diviene un castello fortificato e può sferrare il famoso colpo Giudizio divino, che infligge danni di tutti gli elementi. La sua Esperite è verde e ha la forma di una stella.
  • Ecatonchiro: Esper al suo debutto nella serie, legato all'elemento Terra. Non possiede alcun incantesimo di cura. In modalità Gestalt, assume una forma simile ad un blindato Magitek, e può sferrare il colpo Missile di Gaia. La sua Esperite è arancione e ha la forma di una mela.

MissioniModifica

Su Gran Pulse, ci sono parecchi punti sulla mappa segnalati da dei larghi cristalli, gli Omen dei Cie'th caduti nelle loro missioni, in cui il gruppo può intraprendere delle missioni tipo ricercati del XII, ma con la sostanziale differenza che possono essere ripetuti all'infinito (ma il bottino principale, ovviamente, si ottiene solo la prima volta). Essendo delle missioni secondarie, non fanno parte della trama, ma aiutano ad aumentare i parametri, acquisire nuovi oggetti per i potenziamenti ed altro, oltre a conoscere qualcosa in più sul gioco.

Dopo il rilascioModifica

VenditeModifica

Il tredicesimo capitolo vendette in Giappone circa un milione di copie già il primo giorno di uscita e, alla fine del 2009, le vendite avevano superato 1.600.000 copie. Nel 2010, la Square affermò che si trattava del titolo che aveva fatto più vendite in poco tempo nella storia della serie. In America, il gioco vendette circa 800.000 copie della versione PS3 e 500.000 per quella Xbox. A metà del 2010, il gioco aveva già venduto più di sei milioni e mezzo di copie in tutto il mondo.

Reazione del pubblicoModifica

Final Fantasy XIII ebbe un grande successo in Giappone, ma subì anche diverse critiche in merito ad alcuni aspetti. Le recensioni lo posero al secondo posto tra i giochi più belli usciti in terra giapponese nel 2009, e la prestigiosa rivista nipponica Famitsu lo considerò tecnicamente il miglior J-RPG mai uscito. Le recensioni della stampa internazionale lo considerarono generalmente di alto livello, seppur tramite voti non raggiunse le vette segnate da alcuni precedenti capitoli.

Il gioco è stato considerato una pietra miliare nel campo dell'animazione delle scene in CG e nella differenza minima di qualità tra queste e il gioco attivo. La colonna sonora fu apprezzata, sebbene molti non avessero gradito la sostituzione del tema principale del gioco, nella versione internazionale, con "My Hands" di Leona Lewis. Il sistema di battaglia in tempo reale è stato nel suo complesso apprezzato, ricevendo tuttavia pareri contrastanti sul ritmo sostenuto degli scontri.

L'aspetto del gioco che ricevette più critiche fu senza alcun dubbio la sua linearità: quelli che dai fans furono soprannominati i "livelli a corridoio", estremamente lineari, con sporadiche deviazioni e qualvolta anche piuttosto stretti rendevano il percorso di gioco piuttosto noioso, a detta di molti, per quanto la storia rimanesse comunque ben costruita. L'assenza di elementi caratteristici come città, veri e propri negozi e l'interazione minima del giocatore con PNG (personaggi non giocanti) subirono pesanti critiche, specialmente per il loro effetto nei primi dieci capitoli della storia. Anche il sistema di sviluppo dei personaggi subì delle critiche, per il fatto che non fosse possibile utilizzarlo con totale libertà, ma bisognasse attendere che fosse aggiornato automaticamente alla fine di ogni capitolo. Inoltre, il fatto che il party al completo potesse essere usato con totale libertà solo nelle battute finali del gioco non aiutò ad impedire a molti fans di lunga data della serie di considerare il gameplay noioso su questi fronti.
Il direttore del gioco Motomu Toriyama si giustificò dicendo che il gioco era visto da un punto di vista "troppo occidentale", in quanto molti erano abituati a giochi che permettevano la libera esplorazione del mondo; il team di sviluppo del gioco affermò che "una tale libertà avrebbe reso più difficile raccontare una storia che risultasse avvincente".

Il tredicesimo capitolo è stato il primo Final Fantasy ad aver effettivamente diviso in due la schiera di fans della saga, e il primo gioco di questo tipo a ricevere non solo critiche negative, ma vero e proprio odio da parte di alcuni giocatori. La critica internazionale, in ogni caso, non ha mai dato recensioni negative di questo gioco, ma ha semplicemente constatato che, quando si parla della reazione dei fans, c'è chi trova il gioco bello e chi meno.

ControversieModifica

  • Le prime immagini di gioco della versione Xbox360, usate per mostrare le differenze grafiche con la versione PS3, si rivelarono essere "copie-carbone" prese da quest'ultima versione: le false diapositive, della Xbox360 presentavano solo i bottoni, incollati digitalmente al posto di quelli della PlayStation. La Square Enix si scusò e ammise che non ci fosse motivo di migliorare con dei filtri esterni le foto della presunta versione Xbox360 e postuma all'incidente fu la pubblicazione delle effettive diapositive della versione Xbox360.

Sebbene fossero di qualità inferiore e una di esse mostrasse un puntatore del mouse, analisi accurate notificarono che la versione per Xbox360 girava ad una risoluzione minore (FMV CG 576p) rispetto a quella di 720p (FMV CG 1080p) della versione PS3; in ogni caso, entrambe le versioni possono essere scalate alla notevolmente migliore1080p.

  • Il 10 Agosto 2010, una pubblicità televisiva di Final Fantasy XIII è stata bandita in Gran Bretagna dalla Advertising Standards Authority siccome la versione Xbox360 veniva pubblicizzata soltanto con estratti video della versione PS3.
  • Dopo la conferma che la conversione per Xbox360 di Final Fantasy XIII sarebbe anche giunta in Giappone, il CEO (Chief Executive Officer - Amministratore delegato) Yoichi Wada ricevette addirittura una minaccia di morte recapitatagli in una lettera minatoria da parte di un gruppo di appassionati della serie, furibondi per la cessione della decennale esclusiva di casa Sony, che lo etichettarono come un bugiardo.

SeguitoModifica

Nel febbraio 2011, la Square annunciò la preparazione di un seguito, chiamato appunto Final Fantasy XIII-2, che dal direttore Toriyama è considerato la risposta alle critiche dei fans verso il gioco principale. Il gioco, incentrato sulla storia di Serah dopo due anni dagli eventi del capitolo precedente, uscì nel 2012, e fu il secondo seguito, sulla scia di Dissidia 012 Final Fantasy a disporre di un gran numero di contenuti scaricabili, che in questo caso aggiungevano nuovi boss e avventure extra, considerabili come "spin-off" della storia stessa.

A pochi mesi dall'uscita del seguito, inoltre, fu registrato un altro sito di dominio dalla Square, con il nome di Final Fantasy XIII-3. Diverso tempo più tardi, Motomu Toriyama e Yoshinori Kitase annunciarono la realizzazione di un ulteriore seguito di Final Fantasy XIII, intitolato Lightning Returns: Final Fantasy XIII, con Lightning come protagonista.

StaffModifica

Il gioco Final Fantasy XIII è stato realizzato dalle seguenti persone:

CuriositàModifica

  • Durante lo sviluppo, i modelli di Yuna, Rikku, Ashe e Vaan sostituivano quelli dei personaggi ancora non realizzati.
  • La versione PS3 presenta un codice con il quale è possibile giocare alla versione beta diFinal Fantasy XIV.
  • Previo alla distribuzione di Final Fantasy XIII per la Xbox360, Microsoft promosse l'Avatar Chocobo reso poi disponibile sulla piattaforma di scambio sul canale #FFXIIIXBOX per chi vi si fosse registrato con la propria posta elettronica. Il chobobino si muove e si comporta come il pulcino di Sazh.
  • Chi si registrò durante la prima consegna della Xbox 360 sul mercato potè, dopo la registrazione su Square Enix Members], ricevere dei codici con i quali scaricare le uniformi maschili e femminili di soldati PSICOM, da usare come avatar per la propria Xbox360.
  • Originariamente il titolo avrebbe presentato contenuti aggiuntivi scaricabili (DLC) dopo l'uscita del gioco, ma alla Square-Enix il progetto fu scartato.
  • Final Fantasy XIII è il primo della serie ordinaria a non presentare i brani musicali del "Preludio" e della "Fanfara di vittoria".
  • Final Fantasy XIII è il quarto titolo ad avere canzoni cantate da artisti occidentali, nel suo caso Leona Lewis. Prima di esso c'erano Final Fantasy X, Final Fantasy X-2 e Dissidia Final Fantasy.
  • Cosa comune a pochissimi altri videogiochi, far girare un personaggio su se stesso, espediente usato nei precedenti giochi per facilitare o ingannare gli incontri casuali, per lungo tempo farà sì che questo si fermi e si irriti leggermente: si tratta di uno scherzetto voluto dai programmatori.
  • Il titolo è stato distribuito il 17 Dicembre 2009 in Giappone, un giorno prima del 'Final Fantasy originale (18 Dicembre).
  • Il gioco è il primo Final Fantasy a presentare sulla copertina europea non solo il logo del gioco ma anche il personaggio principale.
  • Il 12 Luglio 2011, la versione PS3 giapponese del gioco permette di scaricare gratutitamente la modalità facile, per eguagliarsi con la conversione Xbox360 sotto questo aspetto.

Collegamenti EsterniModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.