FANDOM


Icona Gabranth 1.png Gabranth: Perché rinunci a ciò di cui devi avere più cura?
L'articolo necessita di essere completato: provvedi usando il tasto Modifica.


Angeal Hewley
アンジール・ヒューレー (Anjīru Hyūrē)
Cc-angeal-hewley.png
Informazioni biografiche
Patria Banora
Famiglia Gillian Hewley (madre) †
Occupazione 1ª classe SOLDIER
Affiliazione Compagnia elettrica Shinra
Descrizione fisica
Razza Umano
Sesso Maschio
Capelli Neri
Occhi Azzurri
Gameplay
Tipo Invocazione OMD, boss
Attacco OMD Tumulto
Forme Angeal Punizione
Attacchi speciali Delirio dell'ira
Dietro le quinte
Designer Tetsuya Nomura
Doppiatore giapponese Kazuhiko Inoue
Doppiatore americano Josh Gilman
Personaggio di Crisis Core
Abbraccia i tuoi sogni....e qualsiasi cosa accada difendi il tuo onore.
—Angeal a Zack.

Angeal Hewley è un personaggio chiave del gioco Crisis Core -Final Fantasy VII-.

Potente 1ª classe SOLDIER, nonché mentore di Zack Fair, è un uomo dotato di un grande senso del dovere e della giustizia. Il suo codice etico e la sua fierezza lo portano ad essere un combattente eccezionale, ma anche un uomo rigido e difficile da avvicinare. Nonostante questo, Angeal è molto amico di Sephiroth e Genesis, 1ª classe come lui. Ha inoltre un ottimo rapporto di amicizia con Zack, e cerca in tutti i modi di instillargli un po' della sua saggezza per tirarlo fuori dai guai in cui è solito cacciarsi.

I suoi modi riservati non sono solo il frutto del suo stile di vita: il suo cuore nasconde più di una ferita. È lui il primo proprietario della Spada potens, fatta forgiare dall'uomo che chiamava padre con un grande sacrificio economico al suo ingresso nei SOLDIER.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Angeal è un uomo di circa venticinque anni, alto, bello e prestante, dai capelli neri lunghi fino alle spalle, pettinati all'indietro eccetto alcune ciocche ribelli e basette corte ma ben definite che arrivano fino a mezza guancia, e dallo sguardo fiero.
Del gruppo di 1ª classe SOLDIER, egli è l'unico a indossare la caratteristica divisa blu-nera, comprensiva di pantaloni larghi, maglione smanicato a collo alto, stivali neri e due spallacci neri da cui partono bretelle di pelle marrone collegate a un cinturone con il simbolo di SOLDIER. Tiene inoltre infoderata dietro di sè l'iconica Spada Potens, che non usa mai se non in caso di emergenza: usa infatti una spada ordinaria SOLDIER come arma. Più avanti nel gioco, dalla spalla destra escono due grandi ali bianche come la neve, una grande con una più piccola sotto.

PersonalitàModifica

Angeal è un personaggio concepito per rappresentare il senso dell'onore e della moralità. Il suo orgoglio di SOLDIER è la cosa a cui tiene di più, e si sente in dovere di usarlo per proteggere quante più persone possibili, e praticamente nulla si intromette tra lui e il suo onore. Il più grande simbolo del suo onore è proprio la spada che gli è stata donata al suo ingresso in SOLDIER, che lui è votato a non usare mai per non rovinarla, e così dimostrare che il suo onore non sarà intaccato. Angeal dà anche molto valore ai sogni, e sprona gli altri, come se stesso, a non distaccarsi dai propri sogni e dai propri obiettivi. Nonostante la sua austerità e severità, Angeal mostra una sottile vena umoristica: ne è un esempio il fatto che chiami Zack "cucciolo" e che per spronarlo faccia spesso battute ironiche.
Il suo senso dell'onore si rivela essere ancora più grande nel corso del gioco, in quanto il suo obiettivo primario diventa quello di liberare il pianeta dai mostri, anche se il mostro dovesse essere lui.
Il solo momento in cui questo incorruttibile personaggio sembra vacillare è quando scopre la verità sugli esperimenti che l'hanno creato: sentendosi un mostro, e per questo motivo indegno di avere onore, lascia SOLDIER e inizia a odiare profondamente se stesso.

Angeal si mostra essere anche un membro influente, un mentore e un idolo per i giovani SOLDIER, e questa sua qualità passa a Zack insieme alla spada Potens con la sua morte.

StoriaModifica

Orphan (crisi).pngPericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)Orphan (crisi).png

Il periodo in SOLDIERModifica

Angeal nacque nella seconda metà degli anni '70 da Gillian Hewley, nel villaggio di Banora, e passò laggiù la sua infanzia e i primi anni della sua adolescenza. Sin da bambino, fu legato da una profonda amicizia a Genesis Rhapsodos, il figlio del più ricco proprietario terriero del villaggio, e il rapporto con il ragazzo dai capelli rossi fu importante nello sviluppo del suo senso dell'onore, che sarebbe poi diventato la sua filosofia di vita: essendo nato in una famiglia povera, Angeal si procurava spesso cibo extra rubando le prelibate mele Banora bianche, ma non aveva mai osato rubare dal frutteto del padre di Genesis in nome della loro amicizia, e per pura questione di orgoglio personale non aveva mai osato chiedergliene.
Sebbene lo avesse deciso da solo appena raggiunta l'età giusta, Angeal era praticamente destinato ad entrare in SOLDIER, così come Genesis: era infatti figlio del primo progetto che aveva creato i soldati d'élite della società energetica Shinra. Come regalo per il suo ingresso in SOLDIER, il povero padre di Angeal fece forgiare per lui un'enorme spada dalla lama incisa, la Spada Potens, che il giovane portò con sé quando entrò ufficialmente nel corpo.

Durante il suo periodo in SOLDIER, Angeal scalò senza difficoltà le graduatorie assieme a Genesis e un terzo giovane promettente di nome Sephiroth, e i tre diventarono presto i più potenti tra i SOLDIER di 1ª classe. Tra il deciso Angeal, l'impulsivo Genesis e lo stoico Sephiroth nacque un rapporto di rivalità che si trasformò presto in una sincera amicizia. Angeal divenne anche molto famoso tra i soldati della Shinra e tra gli altri agenti di SOLDIER, che lo consideravano un modello di comportamento, e in suo onore furono fondati numerosi fan club.
Grazie al suo attaccamento al dovere e all'onore, Angeal ebbe anche l'occasione di insegnare ad alcune giovani reclute, e fu proprio in quelle circostanze che incontrò il suo miglior allievo, un ragazzo di campagna, come lui, di nome Zack Fair. Angeal si occupò personalmente dell'addestramento del giovane, e lo aiutò a migliorare le sue tecniche con consigli e dimostrazioni pratiche: in particolare, non smetteva mai di ripetergli di abbracciare i suoi sogni e tenere alto il proprio onore, qualunque cosa accadesse.

Tra una missione e l'altra, Angeal aveva sempre qualche occasione per passare qualche momento di qualità con Genesis e Sephiroth, specialmente quando i tre si allenavano di nascosto nella stanza delle simulazioni. Un giorno, però, mentre i tre erano nel mezzo di una simulazione, scoppiò uno scontro più violento del solito, durante il quale Sephiroth ferì accidentalmente Genesis alla spalla. La ferita sembrava lieve, ma per qualche motivo peggiorava anziché guarire. Il dottor Hollander, che si occupava della cura del giovane, affermò che sarebbe stata necessaria una trasfusione di sangue per poterlo guarire, e solo il sangue di Angeal era compatibile con quello di Genesis.
Due mesi più tardi, nell'ottobre dell'anno 0000, Genesis scomparve durante un'importante missione in Wutai, e nello stesso momento un gran numero di agenti SOLDIER, inclusi diversi 1ª classe, lasciarono Midgar in massa. Il direttore di SOLDIER, Lazard Deusericus, sapendo che la scomparsa di uno dei suoi migliori agenti avrebbe compromesso l'imminente vittoria della Shinra contro Wutai e avrebbe allungato ulteriormente la guerra, chiese ad Angeal se volesse continuare dove il suo amico aveva lasciato. Il SOLDIER, d'altro canto, aveva in mente un'idea migliore.

Assalto a Forte TamblinModifica

Sei un po' più importante della mia spada. Ma solo un po'.
—Angeal a Zack

Angeal fece chiamare il suo pupillo Zack nella sala riunioni, e gli rivelò di aver proposto che il giovane lo accompagnasse nella missione a Wutai, come prima vera prova sul campo. Zack fu ancora più sorpreso del fatto che Angeal lo avesse addirittura raccomandato per la promozione a 1ª classe, cosa che gli fece fare salti di gioia.
Senza ulteriori indugi, Angeal, Zack e Lazard partirono per Wutai. La missione consisteva nel penetrare nell'ultimo baluardo delle forze nemiche, Forte Tamblin, sconfiggere i generali e le loro nuove armi anti-SOLDIER e porre fine una volta per tutte alla guerra. Durante la marcia verso il forte, Angeal raccontò a Zack del suo villaggio natale, in particolare delle Banora bianche o "accidenmele": gli raccontò del suo rapporto con Genesis e l'onore che lo aveva spinto a non prendere mai mele dai suoi alberi, senza però rivelargli che si trattasse di Genesis.
A pochi passi da Forte Tamblin, Angeal si mise a sedere ed estrasse la sua enorme spada, chinando il capo verso di essa come in segno di rispetto. Zack gli chiese se avesse mai effettivamente usato la sua spada in combattimento, poiché lui personalmente non l'aveva mai visto usarla, ma Angeal gli rispose che non la usava mai per non rovinarla: l'utilizzo porta usura, graffi e ruggine, e quelli sarebbero stati un vero spreco.

Il discorso fu interrotto da un'esplosione: era il segnale dell'unità d'attacco B perché Zack entrasse in azione. Zack guidò l'assalto al forte e sgominò un gran numero di truppe di Wutai, mentre Angeal lo seguiva a distanza di sicurezza per essere sicuro che non trovasse pericoli. Il SOLDIER intervenne personalmente quando Zack fu colpito di sorpresa da un Vajradhara Rakshasa che pensava di aver abbattuto, e salvò la vita al suo allievo tranciando in due il mostro con la Spada Potens. Quando Zack si scusò sarcasticamente per averlo costretto a far usurare, graffiare e arrugginire la sua adorata spada, Angeal rispose altrettanto sarcasticamente che il giovane era un po' più importante della spada, ma solo un po'.
Angeal e Zack tornarono quindi al punto di ritrovo, lasciando il campo all'unità B guidata da Sephiroth, ma al loro incontro con Lazard furono improvvisamente attaccati da un gruppo di soldati armati di pugnali ricurvi. Angeal rimase ad affrontarli lasciando Zack a proteggere il presidente, ma quando il giovane tornò a cercarlo, il suo maestro era sparito, e i misteriosi soldati si rivelarono essere cloni di Genesis. Angeal, in seguito a questa scomparsa, fu considerato un disertore, proprio come Genesis.

TraditoreModifica

Qualche tempo dopo, Zack ricevette una nuova missione: andare a cercare Genesis nel suo villaggio natale, Banora; ad accompagnarlo c'era il giovane Turk Tseng. Arrivato al villaggio, Zack ebbe una discussione con la madre di Angeal, Gillian, che gli rivelò che suo figlio era tornato di recente per lasciare a casa la spada Potens.

Tseng e Zack tracciarono la presenza di Genesis nella fabbrica di succo di mela. Una volta localizzato l'ex SOLDIER, apparve anche Angeal, che prese la spada di Zack e la puntò contro Genesis, che gli chiese se riuscisse ancora a stare al mondo per quello che stava diventando, prima di andarsene dalla fabbrica seguito dall'amico. Inizialmente Zack non capì questa frase, ma quando inseguì Angeal e Genesis fino al villaggio, e raggiunse la casa del suo mentore, trovò Gillian morta e Angeal vicino a lei con la Potens in pugno.
Pieno di rabbia, Zack si avventò su Angeal, chiedendogli come avesse potuto fare una cosa simile, e Angeal gli rispose che sua madre non aveva più ragione di vivere, così come lui. Dopo la ricomparsa di Genesis, Angeal sparì dalla scena, e Zack fu costretto ad abbandonare il villaggio, che fu distrutto da un bombardamento.

CCVII Angeal alato.png

Dopo aver letto alcuni files delle ricerche scientifiche della Shinra, Zack e Sephiroth decisero di cercare una persona che avrebbe potuto sapere qualcosa sul cambiamento di Angeal: il dottor Hollander, capo di un fantomatico progetto G. Raggiunto il piatto inferiore del settore 5, ad un passo dal catturare Hollander, Zack si imbattè nuovamente in Angeal, che lo separò dal suo bersaglio. L'eroico 1ª classe SOLDIER non sembrava neanche più lui, da come parlava: incapace di trovare un motivo per il suo cambiamento, alla domanda di Zack su cosa stesse cercando, egli rispose semplicemente con "Dominare il mondo" e "Vendetta", gli obiettivi più comuni di un mostro.
Vedendo che Zack non capiva come si sentiva, Angeal passò dalle parole ai fatti, alzando il braccio destro e dispiegando una grande ala bianca, ciò che lui definiva il suo marchio di mostro. Zack gli rispose che quella non era l'ala di un mostro, ma di un angelo, e Angeal gli rispose dicendogli che il sogno di un angelo era di poter essere umano.
Zack capì che il suo maestro voleva morire, ma non si sentiva di combattere contro di lui. Angeal, per tutta risposta, gli lanciò contro una magia che fece cedere il pavimento sotto di lui, facendolo precipitare nei bassifondi di Midgar.

RiscattoModifica

Qualunque cosa accada, proteggerò il mio onore. Finchè avrò la Spada Potens.
—Angeal

Dopo un po' di tempo in cui si persero le sue tracce, Angeal ricomparve davanti a Zack nel settore 0 chiedendogli di unirsi a lui per combattere contro l'origine della sofferenza. Raggiunto il quartier generale Shinra, i due lo trovarono invaso da mostri e copie di Genesis, che Sephiroth si stava apprestando a falciare senza troppo sforzo. Mentre Angeal si occupava delle forze aeree e Sephiroth si occupava dei piani inferiori, Zack andò a cercare il professor Hojo nel laboratorio di ricerca. Quando Genesis tentò di uccidere Hojo, Angeal apparve, lasciando lo scienziato sorpreso e incuriosito nel vedere che entrambi esibivano un'ala.

Genesis iniziò a decantare LOVELESS come suo solito, per la precisione citò l'atto 4, dove i due eroi si affrontavano in battaglia. Hojo conosceva LOVELESS, sebbene non lo avesse trovato utile per la sua ricerca, ma quando Angeal gli chiese se alla fine i due amici si sarebbero riappacificati, lui gli rispose che nessuno lo sapeva dal momento che l'ultimo atto del dramma non era mai stato trovato.
Quando Genesis si diede alla fuga, Angeal prese con sè Zack e partì all'inseguimento, ma una volta raggiunto il tetto dell'edificio, il nemico invocò Bahamut Furia, che Zack affrontò mentre Angeal combatteva con Genesis.

Dopo la battaglia, Angeal e Zack si rividero nei bassifondi, dove il maestro si scusò con il ragazzo e lo informò sulla posizione di Hollander: si trovava a Modeoheim, e laggiù si sarebbero rincontrati. Zack gli chiese se avesse intenzione di ritornare in SOLDIER, ma Angeal se ne andò senza rispondere.

La morte dell'angeloModifica

Zack, io sono perfetto. Un perfetto mostro!
—Angeal

Angeal aspettò Zack nei bagni pubblici di Modeoheim, intenzionato a dargli la sua ultima lezione prima di affrontare Genesis. Quando Zack lo raggiunse, Angeal gli chiese se qualcuno lo stesse aspettando a Midgar, probabilmente riferendosi alla relazione tra il suo allievo e Aerith. Improvvisamente, il dottor Hollander apparve, incitando Angeal ad aiutarlo a consumare la sua vendetta per i torti subiti dalla sua famiglia, al che Angeal rispose che non era più necessario, poichè suo padre era morto e Gillian, contrariamente a quanto sembrava, si era suicidata per la vergogna del passato. Hollander ricordò ad Angeal che Gillian stessa aveva dato volontariamente il proprio nome al progetto dello scienziato, ovvero il progetto G, di cui Angeal era il risultato perfetto.
Hollander spiegò anche a Zack che Angeal era frutto di un esperimento con le cellule della forma di vita Jenova, considerata un Antico, che lo scienziato aveva iniziato parallelamente al progetto S di Hojo, e che le sue due cavie erano Angeal, figlio naturale di Gillian, e Genesis, in cui le cellule di Jenova erano state impiantate durante la gravidanza. Mentre Genesis era un fallimento, Angeal era considerato perfetto. Era inoltre implicito che Hollander fosse a tutti gli effetti il padre biologico di Angeal.
I poteri dati ad Angeal dalle cellule di Jenova lo avevano reso immune alla degradazione cui Genesis e i suoi cloni erano soggetti, ed era anche in grado di generare cloni passando le sue cellule a mostri, come quelli incontrati da Zack a Midgar. Ciò, secondo Angeal lo rendeva perfetto sì, ma come mostro, e questo non poteva tollerarlo.

Angeal ricordò a Zack la loro promessa di affrontare qualunque cosa causasse sofferenza, e disse al ragazzo che il suo bersaglio era lui stesso, in quanto portatore della propria sofferenza. Prima che Zack potesse ribattere, Angeal rinnegò completamente il suo onore, convocando a sè quattro sue copie mostruose che, ingnorando l'avvertimento di Hollander, si fusero con lui trasformandolo in Angeal Punizione.
Vedendo che il suo maestro era ormai senza controllo, Zack lo affrontò con le lacrime agli occhi e alla fine lo sconfisse. Ormai morente, Angeal iniziò pian piano a sgretolarsi e, dopo qualche istante di silenzio, se ne andò lasciando Zack con la spada Potens e un monito: "Proteggi il tuo onore. Sempre!"

LascitoModifica

Con la morte di Angeal, piano piano, tutte le sue copie cominciarono a morire. Chi si era però interessato alla sua figura non aveva smesso di cercarlo: tra questi, i Custodi dell'onore, il più grande fan club dedicato ad Angeal, aveva iniziato a seguire i misteriosi avvistamenti di esseri che somigliavano a lui. Uno di questi, confermato come un "falso", era a tutti gli effetti una copia di Angeal, simile a un lupo con una grande ala bianca, che aveva trovato riparo tra le travi della chiesa di Aerith. Zack e la ragazza se ne presero cura per diverso tempo, e Aerith continuò a tenerlo con sè anche dopo che Zack fece perdere le sue tracce dopo la missione a Nibelheim.

Quattro anni dopo, quando Zack si risvegliò nelle segrete della residenza Shinra, vide per pochi secondi un'immagine di Angeal, che gli diceva che aveva perso l'onore di SOLDIER. Questo bastò a risvegliare la forza di volontà di Zack e a permettergli di liberarsi dalla vasca di mako in cui era rinchiuso.

Quando poi il ragazzo riuscì a tornare al suo villaggio natale Gongaga con l'amico Cloud incontrato a Modeoheim, una seconda copia di Angeal si mostrò a lui: era il direttore Lazard, scomparso ormai da anni, che chissà come aveva ottenuto le cellule di Jenova, ottenendo non solo l'aspetto fisico, ma anche la personalità e il forte senso dell'onore del defunto maestro di Zack. La sola cosa che non aveva ottenuto era l'immunità al deterioramento, oltre alla forza e alla prestanza di Angeal, cosa che lo portava ad avere poche chance contro soldati ben equipaggiati, oltre a un'aspettativa di vita molto breve.
La vita degli ultimi due cloni di Angeal finì quando essi sacrificarono la loro vita per difendere Cloud dalla Shinra. Quando Zack tornò indietro con il corpo esanime di Genesis, rimase con loro per gli ultimi momenti, riuscendo anche a dividere con loro le tanto agognate accidenmele, il dono della dea. Dopo alcuni minuti, Lazard e il lupo morirono, scomparendo per sempre nel flusso vitale.

Qualche giorno dopo, quando Zack rimase ucciso per mano dell'esercito Shinra e si preparava a intraprendere il suo viaggio nel flusso vitale, il vero Angeal apparve davanti a lui in forma di angelo, prendendolo per mano e portandolo con sè nell'aldilà.

Gli spoiler finiscono qui.

Poteri e abilitàModifica

Angeal è un combattente estremamente capace, in grado di combattere alla pari con mostri potentissimi anche a mani nude. Dal momento che non vuole rovinarla, non usa mai la spada Potens, ma quando la usa dimostra di saperla usare con grande maestria, nonostante la mole dell'arma, e di essere in grado di tagliare in due anche un mostro di grosse dimensioni come un Vajradhara. Non usa magie in battaglia, ma la sua forza fisica compensa questa mancanza.

Dopo aver appreso le sue origini di esperimento, Angeal ottiene numerose nuove abilità, tra cui quella di generare cloni trasferendo le sue cellule di Jenova a mostri, e ottenere in cambio abilità dei suddetti mostri. Inoltre, come Sephiroth e Genesis, ottiene una singola grande ala angelica, solo di colore bianco invece che nero.

GameplayModifica

Onda Mentale DigitaleModifica

Angeal è presente nell'OMD dall'inizio del gioco, perciò Zack è in grado di usare la mossa speciale Tumulto se realizza un tris con la sua immagine durante la fase di modulazione. Tumulto è l'unica mossa che cambia nell'esecuzione in base al numero di nemici presenti sul campo: se sono due o meno, infatti, la tecnica sarà divisa in due sequenze, mentre con tre o più nemici sarà divisa in tre.

Nome Ottieni Livello/Potenza Immagine
Descrizione 1 2 3 4 5
Angeal
Tumulto
Inizio del gioco 6 7 8 9 10 CCVII OMD Tumulto.png
Sette colpi su uno o due nemici e un attacco finale su un nemico. Può causare status Shock al nemico e status Resistenza a Zack. Aumenta affinità di 1 a livello 5. 7 8 9 10 11
12 18 20 24 32

BossModifica

VIICC Angeal Punizione.png
Vedi anche: Angeal Punizione

Angeal è affrontato come boss, nella sua forma di Angeal Punizione, alla fine del capitolo V. Il boss dispone di una serie di attacchi riferiti ai sette vizi capitali, tra cui uno in grado di curarlo e un altro che può attivargli gli status Barriera e Barriera M. Dopo la sconfitta del boss, Zack riceverà la spada potens.

Una simulazione della battaglia contro Angeal Punizione può essere in seguito affrontata nella missione 5-1-6.

Altre comparseModifica

Pictlogica Final FantasyModifica

Angeal appare come personaggio giocabile in questo spin-off per smartphone.

 
PFF Angeal.png

CuriositàModifica

  • L'aspetto di Angeal sembra essere basato sul primissimo design di Cloud.
  • Il simbolo di Angeal, la penna bianca, è un'immagine ricorrente nel gioco.
  • Tramite i Custodi dell'onore è possibile ricevere per posta un "profilo non autorizzato" di Angeal: secondo tale profilo il suo hobby è "perdere la testa per i cani", ama la natura, pratica giardinaggio, è bravo a cucinare con gli avanzi e ha una macchina fotografica a cui tiene molto.
  • Tra i figli del Progetto Jenova, Angeal è l'unico con un'ala bianca, e anche l'unico la cui personalità non è degenerata.
  • Le scene in cui Angeal stringe la mano a Zack rimandano alla scena finale di Final Fantasy VII e al combattimento contro Bahamut SIN in Advent Children, entrambe scene in cui Aerith stringe la mano a Cloud.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale